stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Dall'ospedale Buccheri La Ferla a Dublino, Fra Alberto Angeletti lascia Palermo
COMMIATO

Dall'ospedale Buccheri La Ferla a Dublino, Fra Alberto Angeletti lascia Palermo

Priore a Palermo negli ultimi 4 anni, Fra Alberto Angeletti, superiore dell’Ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli lascia la città perché l’Ordine dei Fatebenefratelli lo manda a Dublino. Il suo commiato dalla città è stato salutato dal Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè. “Sono dispiaciuto che debba lasciare Palermo – ha detto Miccichè – ma spero che come già successo possa ritornare in città per proseguire nella realizzazione delle opere di miglioramento per la struttura ospedaliera a favore dei pazienti”. Il presidente gli ha donato una targa con l’effigie di Federico II°.

Fra Alberto Angeletti era stato già a Palermo per 8 anni, poi Napoli, Benevento, responsabile economo per la provincia romana. Personaggio di livello e spessore sia sotto l’aspetto sociale, culturale e ospedaliero per i Fatebenefratelli che rappresentano a Palermo una struttura all’avanguardia che fornisce servizi alla città di Palermo e ai comuni limitrofi della provincia. Fiore all’occhiello è il punto nascita, primo in Sicilia con oltre 2.500 parti a cui aggiungere l’importantissima Banca del latte materno che le donne portano e consegnano alla struttura, per essere pastorizzato e conservato per essere poi somministrato ai neonati, senza dimenticare le altre branche specialistiche come l’ortopedia e la riabilitazione. Nei primi sei anni a Palermo, prima di spostarsi nelle altre città, è riuscito a trasformare quella che era la casa di cura di fascia B in fascia A, fino a farla diventare Ospedale classificato.

“Mi auguro di ritornare a Palermo dove mi legano tanti ricordi fra i quali vorrei ricordare – dice Fra Angeletti - il Centro di Accoglienza diventato un punto di riferimento, riferimento per le tante persone che si trovano in condizione di bisogno, offriamo loro per chi ne presenta la necessità anche le cure mediche”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X