stampa
Dimensione testo

Società

Home Società "Verso il Pride", film e dibattito a Palermo
L'APPUNTAMENTO

"Verso il Pride", film e dibattito a Palermo

PALERMO. Gethin Roberts, lo storico leader LGSM, la cui storia ha ispirato le riprese di “Pride”, domani, venerdì 19 giugno, alle ore 20.30, parteciperà alla proiezione della pellicola vincitrice della Queer Palm a Cannes 2014, che si terrà negli spazi del Cinema De Seta, ai Cantieri culturali alla Zisa.

Una partecipazione, la sua, a sostegno delle iniziative “Verso il Pride” e in occasione proprio della serata finale della rassegna “We Exist”, organizzata dall’associazione culturale Alibi.

«“Pride" è molto più di un film per le persone che dal 2010 lavorano alla costruzione del Palermo Pride – sottolinea Luigi Carollo, portavoce di Palermo Pride –. La storia del legame fortemente cercato da LGSM (Lesbians and Gay Men Support the Miners , ndr) col movimento dei minatori in sciopero, racconta in maniera umanamente e politicamente perfetta il nostro desiderio di fare del Pride la casa di tutte le vertenze e di tutte le battaglie di libertà che animano il territorio. Poter condividere questa storia con Gethin Roberts, che più di 30 anni fa ha cambiato il destino del movimento Lgbt inglese grazie al gruppo da lui co-fondato – conclude –, sarà un'occasione storica non solo per noi ma per l'intera città».

“Pride” è ispirato a un fatto reale, ambientato in piena era Thatcher, durante lo storico sciopero dei minatori inglesi del 1984. Il movimento gay decide di aderire alla protesta e di raccogliere fondi per gli scioperanti di un villaggio del Galles. I minatori, però, accolgono con diffidenza l'iniziativa, considerando il sostegno di lesbiche e gay inopportuno e imbarazzante. Ma l’incontro fra i due mondi, difficile per non dire esplosivo, si trasformerà in solidarietà e in un'amicizia esilarante e commovente.

«Con "Pride" si conclude una rassegna di film che ha seguito un filo conduttore: quello di una sessualità diversa, non normativa, a volte proibita – commenta Anna Patti, anche lei portavoce di Palermo Pride –, che non fa parte dell'immaginario comune ma esiste, proprio come la sessualità dei disabili nel film "The Session" o la sovversione del concetto stesso di genere sessuale in "Crash"».

Al termine della proiezione di “Pride” seguirà un dibattito a cui interverranno lo stesso Gethin Roberts, Valentina Morici del Palermo Pride e i lavoratori di Almaviva. Moderano l'incontro Luigi Carollo (Palermo Pride) ed Emiliano Farinella (Alibi).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X