ARTE

"La Pupa del Capo", a Palermo il web si mobilita per salvare il mosaico della dea Demetra

PALERMO. Viaggia sul web la campagna di sensibilizzazione per il recupero de "La Pupa del Capo". Qualche mese fa, tra i Social Influencer si è aperto un dibattito su come poter rivalutare questo mosaico liberty, in bella mostra all'interno del mercato del Capo.

Il mosaico rappresenta una meravigliosa Demetra, dea delle messi, ornata da gioielli ed avvolta in vesti eleganti in pieno stile Belle Epoque che tenendo tra le mani un arco di spighe e fiori sorveglia via delle Cappuccinelle.

Da oltre 100 anni, Demetra fa parte dell’insegna del Panificio Morello. Ha visto passare sotto i propri occhi grandi splendori e miserie di guerra diventanto appunto "La Pupa del Capo" e non più Demetra, dea dei campi fertili.

Nel 2013, il panificio Morello chiuse i battenti decretando l’abbandono di Demetra. Da allora, questo mosaico ha cominciato a perdere molte delle tessere che la compongono. A questo si aggiunge lo stato di precarietà in cui versa il palazzo dove giace il mosaico.

La Pupa infatti - oltre che dal degrado - adesso è minacciata anche dal reale rischio di crollo del palazzo.

Come restaurare il mosaico? Pare Salvare Palermo abbia già in cantiere un progetto di restauro per il quale sono stati già raccolti dei fondi. Il progetto prevede il restauro del mosaico ed il posizionamento temporaneo a palazzo Ajutamicristo. Questo fino a quando non sarà messo in sicurezza lo stabile originario, dove sarà poi riposizionato.

La campagna di crowdfunding dal nome #SalviamoDemetra è iniziata: chi vuole partecipare alla raccolta con una donazione può farlo sul sito Youcaring

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X