stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Palermo, i maestri d'orchestra della Foss suonano in abiti civili per protesta contro il precariato
TEATRO POLITEAMA

Palermo, i maestri d'orchestra della Foss suonano in abiti civili per protesta contro il precariato

Palermo, Politica
In una foto d'archivio i Fiati dell'Orchestra Sinfonica Siciliana

I sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, Fials-Cisal hanno stabilito, come forma di protesta, che i professori d’orchestra suoneranno in abiti civili al concerto di questa sera che inaugurerà la 63ª stagione della Fondazione Orchestra Sinfonica siciliana al Teatro Politeama di Palermo. Ieri è scattato lo stato di agitazione «per chiedere la stabilizzazione del personale precario e l’insediamento di un consiglio di amministrazione».

«Lo stato d’agitazione viene da molto lontano. Da anni i professori d’orchestra vivono una situazione di precarietà. Oltre il 50% della forza lavoro dell’Orchestra Sinfonica siciliana è precario. Ci sono delle leggi della Regione che impediscono delle assunzioni mentre leggi dello Stato accelerano affinché ciò avvenga - spiega Antonio Barbagallo, segretario della Fials di Palermo - Inoltre abbiamo un contratto scaduto da cinque anni e si respira un clima non proprio ideale per potere lavorare serenamente. Abbiamo una situazione anomala: vi è un commissario straordinario che da oltre due anni assolve le funzioni del consiglio di amministrazione ed è chiaro che, ad un certo punto, bisognerebbe rinominare un consiglio di amministrazione che deve governare normalmente l’Orchestra, cha ha dei problemi anche abbastanza gravi da risolvere».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X