stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Una strada da Corleone al mare: la Città Metropolitana di Palermo chiederà i fondi del Pnrr
VIABILITÀ

Una strada da Corleone al mare: la Città Metropolitana di Palermo chiederà i fondi del Pnrr

Pnrr, Leoluca Orlando, Nicolò Nicolosi, Palermo, Politica
L'incontro di stamattina a Palazzo Comitini

Questa mattina a Palazzo Comitini il sindaco metropolitano di Palermo Leoluca Orlando ha ricevuto i rappresentati di Cgil Palermo, Fillea Cgil Palermo e Flai Cgil Palermo, promotori di un incontro con i comitati cittadini per un confronto relativo alle strade provinciali e ad un sistema di viabilità sicuro ed efficiente per collegare i Comuni della zona tra Marineo, Corleone Partinico, San Cipirello, San Giuseppe Jato. All’incontro erano presenti anche il capo area direzione viabilità dell’Ente, Salvatore Pampalone e i sindaci dei Comuni di Corleone, Nicolò Nicolosi, e di Marineo, Franco Ribaudo, i rappresentanti dell sigle Fillea Cgil con Piero Ceraulo, Flai Cgil Dario Fazzese, e per la Camera del Lavoro di Corleone, Cosimo Lo Sciuto e Dino Paternostro.

«È stata un’occasione di confronto e analisi - ha deto Orlando - del buon lavoro in atto svolto dal settore viabilità della Città Metropolitana nell’area Partinico, San Giuseppe Jato, Corleone. Si è preso atto dell’attività intensa che è stata svolta grazie alla collaborazione di tutti i sindaci del territorio di riferimento».

L’ente ha scelto di chiedere un finanziamento per il collegamento tra il mare e Corleone utilizzando i fondi del Pnrr. Il 15 marzo è fissato termine di scadenza per il quale la Città Metropolitana presenterà una scheda progettuale di collegamento veloce mare-Corleone. Ci si è pertanto aggiornati al 16 marzo per esaminare le schede presentate per tale collegamento

Si dovrà tenere adesso un incontro specifico relativo alla manutenzione ordinaria e quotidiana delle strade provinciali, «considerato il venir meno - ha spiegato Orlando - della presenza dei cantonieri che costituivano un presidio di controllo per la manutenzione delle strade e che impedivano che la piccola criticità si trasformasse in un dissento anche idrogeologico».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X