stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Romano: “Candidato a Palermo? Se sarà il caso non mi sottrarrò". E Cuffaro: "Pronti a sostenerlo"
AMMINISTRATIVE 2022

Romano: “Candidato a Palermo? Se sarà il caso non mi sottrarrò". E Cuffaro: "Pronti a sostenerlo"

«Ho sempre detto che le fughe in avanti non mi piacciono e non commetterò lo stesso errore. Mi pare fin troppo ovvio, tuttavia, che con nove candidati in campo manca una sintesi. Noi lavoreremo per raggiungerla ma se non dovesse esserci noi non ci sottrarremo». Cosi il vicepresidente di Noi con l’Italia, Saverio Romano, parlando con i giornalisti a Palermo, rispetto all’ipotesi di una sua candidatura a sindaco del capoluogo siciliano. «Il nostro perimetro è quello del centro - ha detto Romano dal cinema Politeama dove è in corso l’assemblea nazionale del partito a cui hanno preso parte tra gli altri il presidente Maurizio Lupi e il sottosegretario alla Salute Andrea Costa - Noi siamo al governo con il centrodestra in Sicilia ma a Palermo vogliamo aprire questo perimetro anche ad altre forze che seppure solo locali possono dare un contributo in termini di contenuti per vincere queste elezioni», ha concluso.

Arriva subito l'appoggio di Totò Cuffaro: "Saverio Romano vuole trovare una sintesi per una candidatura condivisa per il Comune di Palermo, ma se dovesse correre per sindaco di Palermo noi della DC saremmo con lui".

“Con emozione ho colto l’invito del mio amico Saverio Romano che per la prima volta dopo tanto tempo mi ha dato l’opportunità di parlare davanti ad una numerosa platea come Commissario regionale della Democrazia Cristiana nuova”, ha poi detto. “Citando Antoine de Saint-Exupéry e parlando di intemperie ho voluto rappresentare il sentimento antico di tanti amici presenti in sala – ha aggiunto -, ribadendo che dobbiamo navigare al timone della nostra Democrazia Cristiana Nuova condividendo gli stessi obiettivi degli amici di sempre di “Noi con l’Italia”. “Essere impegnati in un lavoro che ci accomuna rappresenta il valore di una scelta fatta per amore e mai per interesse, perché noi siamo per le cose che contano: le Libertà, la famiglia, la solidarietà, l’accoglienza, il lavoro, l’umanizzazione della politica. Riportiamo protagoniste in politica – conclude - le ideologie, il coraggio, la passione ed il rigore morale”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X