stampa
Dimensione testo
COMUNE

Dehors sulle zone blu, rebus delle concessioni

di
Per il regolamento sì condizionato alla compensazione degli spazi sottratti al parcheggio. Ma così montare tavoli e ombrelloni d

PALERMO. Dopo i gazebo vennero i dehors. Ma che complicazioni. Col nuovo regolamento a settembre la questione che si pone è la seguente: i commercianti di bar e ristoranti che vogliano installare spazi di somministrazione all’aperto (tavoli, sedie e ombrelloni adiacenti al locale), ma sulle zone blu, che devono fare?

Risposta numero 1: se si tratta di suolo pubblico occupato già in precedenza da un gazebo (poi smontato), l’autorizzazione prosegue anche per il nuovo dehors, rimborsando per lo stallo occupato. In realtà non tutto fila sempre liscio. Perché, come accade spesso, la mano destra dell’amministrazione non sa cosa fa la sinistra. Ne sa qualcosa il signor Giovanni Battista Gennusa, che in via Marchese Ugo gestisce una caffetteria, «Il Marchese», con un gazebo davanti alla porta. Volendolo trasformare nella nuova, più agile struttura voluta dal Comune, ha chiesto l’autorizzazione al Suap. L’ha ottenuta. Il 27 febbraio la dirigente del servizio gli scrive sostanzialmente che è tutto ok.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X