stampa
Dimensione testo
LO SCONTRO

Autorità portuale a Palermo, ricorso al Tar del Comune contro il presidente

di
Per Palazzo delle Aquile, Vincenzo Cannatella non ha i titoli adeguati. Una guerra che si trascina da mesi

PALERMO. Si riaccende la guerra del porto. Il Comune impugna davanti al Tar la nomina di Vincenzo Cannatella a presidente dell'Autorità portuale. E lo fa nell'ultimo giorno utile per presentare opposizione. Una mossa che fino a pochi giorni fa sembrava soltanto un'intenzione, ma che invece si è trasformata in un ricorso depositato al Tar di Palermo.

Il Comune riterrebbe sommari i titoli in possesso del numero uno dell'autorità portuale, nominato la scorsa estate con un decreto del Ministro dei Trasporti, previa intesa con la Regione e con il via libera delle commissioni parlamentari. Cannatella ha avuto la meglio su una terna di esperti di comprovata qualificazione professionale nei settori dell'economia dei trasporti e portuale, designati dalla Provincia, mentre sul fronte opposto il comune di Palermo aveva proposto Vito Piraino e la Camera di commercio Giuseppe Todaro.

Tra Cannatella e il sindaco Leoluca Orlando non c'è mai stato un feeling particolare.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X