stampa
Dimensione testo

Moda e Bellezza

Home Cultura Moda e Bellezza DagoJournal torna nella sua Palermo per foto pubblicitarie: «La Sicilia è una costante nel mio racconto»
FOTOGRAFIA

DagoJournal torna nella sua Palermo per foto pubblicitarie: «La Sicilia è una costante nel mio racconto»

di
Palermo, Moda e Bellezza
Gabriele D'Agostino

Gabriele D’Agostino, in arte DagoJournal, a soli 26 anni è un fotografo e regista palermitano che lavora per marchi di lusso internazionali, modelle di fama mondiale e cantanti come Irama e Sangiovanni.

Dopo gli studi in Belle Arti a Palermo, vola a Londra per poi trasferirsi a Milano e seguire un brand di Urban Luxury come Digital Content Creator. Di recente d’Agostino è tornato a Palermo per realizzare alcune campagne pubblicitarie.

«Oltre allo shooting abbiamo visitato i luoghi più caratteristici di Palermo – racconta Gabriele - ho scattato tra le bancarelle del Capo e di Ballarò. Abbiamo anche realizzato uno shooting a Mondello per Missoni, con Monte Pellegrino a fare da sfondo. Il mio sogno è portare le campagne di alta moda a Terrasini, un luogo a cui sono molto legato». Alle sessioni fotografiche hanno partecipato una cinquantina di talent internazionali. «Alcuni non erano mai stati qui. Sono rimasti estasiati dal cibo e dal sole. Mi sono sembrati molto coinvolti e sicuramente anche l’accoglienza palermitana ha fatto il suo», racconta Gabriele D'Agostino.

Da quando si è trasferito a Milano, Dagojournal ha avuto l’occasione di lavorare per alcuni dei marchi più ricercati come Ferragamo, Armani, Dior e Versace. In tutti i suoi scatti D’Agostino porta la storia e le suggestioni siciliane. La sua carriera inizia in Sicilia, fotografando matrimoni. «Sono andato via perché penso che grandi cose si facciano in grandi città - spiega - e Milano è il posto giusto per quello che voglio fare io. In verità, però, non ho lasciato la Sicilia, neanche con il pensiero. La Sicilia è una costante nel mio racconto. La immagino come una perfetta Hollywood italiana. Purtroppo, almeno per adesso, manca quella cultura che permetta a progetti di un certo tipo di attecchire e svilupparsi. Bisogna liberarsi da certe zavorre per concedersi un'evoluzione».

Gabriele gira per il mondo immortalando momenti unici sui set più prestigiosi tra life-style e moda con il pensiero sempre a casa. «Tornerò, ne sono certo, ma non adesso. La mia pensione, se mai ci sarà, la trascorrerò affacciato sui tetti della Palermo storica».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X