BEER BUBBLES

Il Festival delle birre artigianali a Palermo, 250 mila presenze in 4 giorni

Quattro giorni di festival, via Maqueda affollata, code davanti agli stand dei birrifici. E i numeri: 250 mila presenze stimate dalle Forze dell’Ordine, a cui rispondono i numeri dei birrifici: Beer Bubbles aveva preparato 15 mila bicchieri ecofriendly (che sono diventati il gadget ricordo del Festival, c’è già chi li colleziona) che sono stati esauriti già a metà dell’ultima sera, quindi saranno molti di più.

175 ettolitri (ovvero 17.500 litri), 50 in più dell’anno scorso, per un totale di 700 fusti spillati: praticamente tutti i birrifici hanno esaurito le scorte preventivate.Anche i punti food hanno quasi esaurito i loro prodotti: ognuno ha distribuito tra i 1700 e 2500 “pezzi” vuoi panini, vuoi cibo thai, vuoi hot dog, arrosticini o hamburger di pecora.

Il top l’ha raggiunto il Vecchio Carro che ha venduto 3600 panini di porchetta dei Nebrodi mentre 2600 sono stati coloro che hanno gustano lo Sfincione bagherese.Un ottimo risultato anche per Fondazione Sant’Elia dove Terradamare ha condotto le visite in notturna al palazzo settecentesco e alle mostre in corso. Attrattivi anche i  laboratori tematici, curati da Mauro Ricci che hanno approfondito diverse tematiche legate al mondo della birra, con diversi tipi in degustazione guidata.

Il Beer Bubbles ha quindi raccolto consensi: dei birrai – circa 100 partecipanti in trenta birrifici srotolati su tutta la penisola con due presenze estere -, del pubblico, degli organizzatori, Maurilio Cassata e Alessia Billitteri per Bauhaus. Che già pensano al prossimo anno, visto che tutti i birrai hanno deciso di confermare la loro presenza e altri premono per partecipare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X