stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Nasce a Palermo la più grande Comunità energetica rinnovabile della Sicilia
FOTOVOLTAICO

Nasce a Palermo la più grande Comunità energetica rinnovabile della Sicilia

Una comunità energetica rinnovabile capace di coprire i consumi di più di mille utenze, garantendo a famiglie, imprese ed enti pubblici dell’area est di Palermo risparmi che, da un minimo garantito del 25% sul costo della bolletta, possono raggiungere anche il 40%. Il tutto con il vantaggio, per l’ambiente, di utilizzare energia pulita, e per gli utenti di poter beneficiare, grazie alla start up realizzata da StarPower Health e Contract, di un sistema di affiliazione che, oltre a consentire la condivisione di energia all’interno dei membri della comunità, permette, attraverso un'App, di accumulare dei crediti che possono essere utilizzati per l’acquisto di beni e servizi.

«Il sistema, apparentemente complicato, è in realtà molto semplice – afferma Salvatore Cerrito, amministratore di StarPower Health e Contract, partner della rete di imprese Prima Energia Srl –. L’attuale normativa garantisce a ciascun membro della comunità energetica un incentivo di 11,2 centesimi di euro per ogni kilowattora di energia rinnovabile consumata. Una sorta di cashback che, attraverso l’App che abbiamo sviluppato, viene accreditato nel profilo attivato per ciascun utente. Questo significa, ad esempio, che l’utente oltre ad utilizzare il credito accumulato per compensarlo con il costo della bolletta, può utilizzarlo per comprare il pane nella panetteria sotto casa, associata alla Cer, la quale acquistando il credito, a fine mese avrà messo da parte un “tesoretto” da utilizzare per abbattere il costo della bolletta.

Le ruspe sono già a lavoro, in una vecchia area industriale dismessa di via Messina Montagne per realizzare la più grande comunità energetica rinnovabile della Sicilia. “Si tratta di un’area di 10 mila metri quadri dove, attraverso una rete di imprese denominata Prima Energia Srl, stiamo installando 1.800 moduli fotovoltaici della capacità produttiva di un megawatt. Questo significa – spiega Salvatore Cerrito – che in un anno riusciremo a produrre più di un milione e mezzo di kilowattora di energia pulita che immetteremo in rete attraverso la cabina primaria di Brancaccio e che potrà essere utilizzata da tutti coloro che si assoceranno alla nostra Cer».

Ma c’è un altro aspetto innovativo che, nel pieno della tempesta del caro energia, merita di essere sottolineato. L’App che Star Power ha sviluppato, in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo, riesce ad analizzare in tempo reale il flusso di consumi di ciascuna utenza. «Questo significa non solo che gli utenti possono monitorare in tempo reale i loro consumi e quindi regolarsi di conseguenza, individuando e magari sostituendo gli elettrodomestici che fanno “correre” di più il contatore – continua Cerrito - significa soprattutto che gli associati alla Cer riceveranno periodicamente, attraverso l’applicazione, i nostri consigli per ottimizzare i consumi, magari modificando alcune abitudini».

«Il costo dell’energia – spiega Cerrito - cambia a seconda dei periodi e delle fasce orarie. Con un po' di attenzione si possono risparmiare cifre considerevoli. Questo è coerente con la nostra missione che non è solo rivolta al risparmio, ma è anche un collettore di buone pratiche volte a favorire la transizione energetica che, volutamente, parte da un quartiere notoriamente difficile come Brancaccio, anche per dare un messaggio di cambiamento alla città». Le adesioni alla Cer sono già partite e, a sostenere il progetto, sono arrivati anche degli investitori, fra cui uno dei più noti giocatori professionisti di poker, il genovese Giuliano Bendinelli. «Credo molto in questo progetto – afferma Bendinelli - quindi ho deciso di investire sia tempo che risorse con entusiasmo. Ho scelto Palermo, non solo per l’amicizia che mi lega a Salvo Cerrito ma anche per un dato oggettivo: qui avete tantissime ore di sole durante l’anno, mi pare quindi una scelta decisamente sensata ed a mio parere anche un modo concreto per contribuire alla salute del nostro pianeta».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X