stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Regione, 84 milioni per elettrificare la linea ferroviaria Cinisi-Alcamo-Trapani
PROGETTO

Regione, 84 milioni per elettrificare la linea ferroviaria Cinisi-Alcamo-Trapani

Arriva dal governo regionale l’ok definitivo al progetto di elettrificazione della tratta Cinisi-Alcamo-Trapani della linea ferroviaria Palermo-Trapani, via Milo. Nella seduta di oggi, presieduta da Renato Schifani, la giunta ha approvato il provvedimento che, con il contestuale rilascio del parere favorevole all’intesa sul progetto definitivo, chiude le procedure autorizzative di un’opera che consentirà il ripristino di una linea interrotta da ormai quasi un decennio.
II progetto consiste nella realizzazione di tutti gli impianti necessari per l’elettrificazione della tratta, per una lunghezza totale dell’intervento pari a circa 87 chilometri. L’intervento, previsto dal nuovo Contratto di programma 2022/2026 stipulato fra il Mit e Rfi Spa avrà un finanziamento di 85 milioni di euro (di cui 64 milioni circa a valere sul Pnrr), già interamente coperto. Quello compiuto oggi dalla giunta Schifani era l’ultimo step prima della pubblicazione della gara per l’affidamento dell’appalto, prevista per il prossimo 15 dicembre.

Nel novembre del 2021 era già stata pubblicata da parte del gruppo Fs, la procedura aperta per l’affidamento dei lavori di ripristino dei binari sulla linea, per un importo di 150 milioni di euro. L’area in cui ricade l’intervento interessa i territori comunali di Cinisi, Terrasini, Carini, Partinico, Trappeto, Balestrate, Alcamo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo, Buseto Palizzolo, Erice, Paceco, Trapani. L’elettrificazione, unitamente all’intervento di ripristino della linea Alcamo diramazione-Trapani, consentira inoltre di evitare la rottura di carico a Piraineto da e verso Palermo centrale, dovuta alla differenza fra i sistemi di trazione.
«Si sblocca un’opera fondamentale per garantire il collegamento diretto tra Palermo e Trapani - dicono il presidente della Regione, Renato Schifani e l’assessore alle Infrastrutture Alessandro Aricò - e si creano le condizioni per chiudere una pagina mortificante per l’infrastrutturazione ferroviaria siciliana. L’interruzione della linea via Milo ha costretto i viaggiatori a una deviazione che ha allungato sensibilmente i tempi di percorrenza, finendo per disincentivare l’uso del treno tra Palermo e Trapani. L’elettrificazione, insieme al ripristino della linea, oltre a consentire l’estensione dei collegamenti da e per Trapani sul Passante ferroviario di Palermo, offrirà la possibilita di velocizzare i servizi ferroviari, accrescendone il livello qualitativo in termini di comfort e di prestazioni, migliorando anche la mobilità nel bacino trapanese»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X