stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia I sindacati siciliani: all'Enel distribuzione una carenza d'organico di 189 persone
LAVORO

I sindacati siciliani: all'Enel distribuzione una carenza d'organico di 189 persone

È stata quantificata dai sindacati in 189 unità la carenza d’organico in Enel distribuzione energia in Sicilia. Un vuoto che incide negativamente sulla qualità del servizio ma anche sui carichi di lavoro rendendo più debole il sistema elettrico regionale. E che Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil siciliane chiedono venga colmato con 189 nuove assunzioni.

È il risultato di un monitoraggio effettuato dai sindacati sul territorio ed è la richiesta che presenteranno al tavolo nazionale di confronto. Si è intanto svolto il confronto in sede regionale tra sindacati di categoria e vertici aziendali che ha visto presentare dall’azienda la documentazione sulla consistenza degli impianti elettrici (linee Mt/bt, cabine primarie e secondarie e altro), sul numero dei guasti e le ore di straordinario, allal quale si è aggiunto il monitoraggio di Filctem, Flaei e Uiltec.

«Un primo momento di sintesi in vista del negoziato nazionale», sottolineano i sindacati. Nel dettaglio, secondo il documento dei sindacati, vanno assunti 142 operai, 24 impiegati tecnici e 23 impiegati tecnici e operativi presso gli esercizi di manutenzione della rete elettrica. «Si consentirebbe così - dicono i segretari generali delle tre sigle Giacomo Rota, Gaetano Montagnino e Giuseppe Di Natale - l’articolazione dei turni di reperibilità nella misura di una settimana su quattro, con ricadute positive sulla qualità del servizio».

I sindacati chiedono anche «un ulteriore congruo numero di assunzioni per tutte le altre realtà tecniche non interessate da turni di reperibilità (Dispacciamento e Servizi, Sicurezza e Ambiente, Progettazione Lavori e Autorizzazioni, Esercizio e Manutenzione, Verifiche), fermo restando - sottolineano- il principio del mantenimento delle cosiddette “attività distintive” all’interno dell’azienda». Rota , Montagnino e Di Natale esprimono «apprezzamento per la qualità dell’interlocuzione regionale con Enel auspicando risultati in tempi brevi e un prosieguo per affrontare le questioni rimaste aperte a partire dal rinnovo degli accordi economici regionali».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X