stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Palermo, la compensazione Covid non calcolata nell'avviso della Tari
COMUNE

Palermo, la compensazione Covid non calcolata nell'avviso della Tari

coronavirus, tributi comunali, Palermo, Economia
Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo

Il saldo della Tari a Palermo ha messo in allarme diversi professionisti, commercianti e quanti hanno subito danni dall’emergenza Covid. Nell’avviso del pagamento del tributo si rischia di pagare più di quanto è dovuto.

Per le attività produttive è prevista una somma di compensazione per i danni subiti dal Covid, solo che questo sconto nell’avviso di pagamento non viene considerato. «Bisogna leggere bene la lettera che viene spedita dal Comune per non commettere un errore - dice un avvocato che ha ricevuto l’avviso di saldo -. Nelle voci della tassa oltre a quanto versato nelle rate di scadenza c'è un importo che viene posto d’ufficio in compensazione per i soggetti che sono stati penalizzati dall’emergenza Covid. Importo che non viene sottratto nel saldo. Infatti nell’avviso di pagamento allegato alla lettera l’importo non viene calcolato sottraendo circa centoventi euro previsto dalla compensazione. Nel mio caso avrei dovuto pagare 170 euro a saldo, ma nell’avviso di pagamento Pagopa l’importo è di 299 euro, compresa la compensazione».

Dal Comune fanno sapere che sono arrivate diverse segnalazioni e che è stata avvertita dell'anomalia la Sispi, che sta adeguando i compensi. È sempre bene verificare quanto risulta il saldo da pagare prima di dare l'ok al pagamento».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X