stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Caro bollette, bar e ristoranti in Sicilia spengono le insegne per protesta
IN EDICOLA

Caro bollette, bar e ristoranti in Sicilia spengono le insegne per protesta

Palermo, Economia
Luci spente e aperitivo a lume di candela: un'altra iniziativa di protesta dei pubblici esercizi

Il D-day è fissato per giovedì prossimo, 15 settembre, con partenza alle 20, quando da un capo all’altro dell’Isola ristoratori, baristi, pizzaioli e tanti altri imprenditori staccheranno la luce ai cartelli esterni del proprio locale, restando senza nome per tutta la sera fino all’ora di chiusura, mentre in tanti abbasseranno pure la saracinesca, incrociando le braccia: è l’iniziativa di protesta contro il caro energia promossa dalla Fipe regionale, la Federazione italiana pubblici esercizi aderente a Confcommercio, dal titolo «La Sicilia spegne le insegne», i cui dettagli verranno presentati stamattina, a Palermo, dal presidente Dario Pistorio, che comunicherà anche i nuovi dati sulle bollette elettriche degli associati riguardanti il mese di agosto, fotografando «una situazione insostenibile, tanto da mettere a rischio la prosecuzione di ogni attività».

Un servizio completo, a firma Andrea D'Orazio, sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X