stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Niente Decathlon a Palermo, il Comune: "Troppa burocrazia? Solo 85 giorni per la risposta"
LA POLEMICA

Niente Decathlon a Palermo, il Comune: "Troppa burocrazia? Solo 85 giorni per la risposta"

Fa ancora discutere il "no" a Decathlon da parte del Comune di Palermo. Il problema sarebbe stato, tra le altre cose, anche la lentezza, della risposta, da parte dell'amministrazione alla società. Lentezza però che è seccamente smentita dal Comune. "Sulla vicenda del rigetto di un permesso presentato da una ditta locale asseritamente per l'apertura di un punto vendita della società "Decathlon" sono circolate in queste giorni notizie che in larghissima parte se non del tutto sono completamente destituite di fondamento. In particolare, e spiace sottolineare la leggerezza con cui alcune affermazioni gravemente lesive dell'immagine della città sono state diffuse. Il rigetto dell'istanza è infatti del 20 maggio e l'istanza del 25 febbraio 2020. 85 giorni sono diventati, in un poco accurato racconto giornalistico oltre 700"

Lo dichiara l'Assessore Leopoldo Piampiano, fornendo i dati relativi alla pratica n. 165142 della società R.A. spa, depositata tramite il portale telematico Super@ del Comune appunto il 25 febbraio scorso.

"È vero che in passato la stessa società aveva presentato altre domande - chiarisce l'Assessore - ma è altrettanto vero che la stessa società le aveva autonomamente ritirate o, nel penultimo caso risalente al 18 novembre 2019, non aveva adempiuto alle richieste di integrazione documentale e alle richieste di chiarimenti formulate dall'Amministrazione, tanto che si è dovuto procedere al diniego per mancato riscontro alle domande del SUAP."

"Apprendiamo adesso - afferma il Sindaco - che la società Decathlon ha confermato il proprio interesse ad avviare la propria attività commerciale nella nostra città, fatto questo che non può che essere visto di buon occhio dall'amministrazione, ma così come detto già ieri, è fondamentale che tutti, in uno spirito di collaborazione, abbiano chiaro il quadro normativo entro cui le proposte possono essere valutate per realizzare il bene della nostra comunità anche sotto il profilo dello sviluppo economico ed occupazionale."

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X