stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Reddito di cittadinanza, il Comune di Palermo convoca i beneficiari: sanzioni per chi non si presenta
IL SUSSIDIO

Reddito di cittadinanza, il Comune di Palermo convoca i beneficiari: sanzioni per chi non si presenta

reddito di cittadinanza, Palermo, Economia
Reddito di cittadinanza

L'amministrazione comunale informa, attraverso una nota, che stanno "iniziando le convocazioni dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza per la definizione dei Patti per l’inclusione sociale previsti all'art. 4 della L. 28 marzo 2019, n.26 che ha convertito il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4".

"L'erogazione del beneficio - sta scritto nella nota - è condizionata all'adesione ad un percorso personalizzato di accompagnamento all'inserimento lavorativo e all'inclusione sociale che prevede attività al servizio della comunità, di riqualificazione professionale, di completamento degli studi, nonché altri impegni individuati dai servizi competenti finalizzati all'inserimento nel mercato del lavoro e all'inclusione sociale. Pertanto i beneficiari che non si presenteranno alle convocazioni potranno incorrere nelle sanzioni previste all'art. 7 della stessa legge.

LE SANZIONI. Se non c'è un motivo giustificato, in caso di mancata presentazione alle convocazioni da parte di tutto il nucleo familiare o di uno si applicano queste sanzioni: la decurtazione di una mensilità per la prima assenza; decurtazione di due mensilità per la seconda assenza; revoca del sussidio alla terza assenza.

 

LE CONVOCAZIONI. Tutti i beneficiari inseriti nell'elenco inviato al Servizio Sociale del Comune di Palermo saranno convocati attraverso l'indirizzo e-mail indicato nella domanda per il Reddito di Cittadinanza. Coloro che hanno cambiato recapito dovranno comunicarlo all'INPS tramite CAF utilizzando l'apposita modulistica e scrivendo anche al Servizio Sociale del Comune di Palermo".

"Si ricorda ai beneficiari che - prosegue la nota - i dati verranno caricati sulla piattaforma digitale istituita presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, al fine di supportare la realizzazione di percorsi personalizzati e la verifica del possesso dei requisiti da parte dei beneficiari e la comunicazione fra Comuni, Ministero e INPS come
previsto dal Decreto Ministeriale del 2 settembre 2019. Considerato che la Piattaforma è attiva solo da pochi giorni e il notevole numero degli utenti, non potranno essere rispettati i tempi previsti dalla legge".

La nota ricorda inoltre "che, presso gli uffici del Servizio Sociale di Comunità delle otto Circoscrizioni cittadine, sono attivi gli sportelli del Segretariato Sociale dove è possibile chiedere informazioni ed assistenza per il Reddito di Cittadinanza. In particolare i cittadini potranno ricevere supporto nella compilazione della domanda e sulle informazioni relative a tutti i passaggi del percorso per ottenere il beneficio, a tutti gli obblighi e le modalità di comunicazione dei cambiamenti relativi alla condizione economica, alla composizione del nucleo familiare, ai patti per l’inclusione sociale, ai progetti di pubblica utilità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X