LA SENTENZA

Palermo, il tribunale conferma i 42 licenziamenti dell'Opera Pia Cardinale Ruffini

«Sono state pronunciate le ordinanze della sezione lavoro del tribunale di Palermo, che confermano la linea seguita dal cda dell’opera pia Cardinale Ruffini. In particolare, con un’articolata motivazione, il tribunale ha riconosciuto che la natura privatistica dell’Opcer, ribadita in tutte le decisioni dell’autorità giudiziaria, e la cessazione dei servizi, non più sostenibili stante l’acclarata e incontestabile crisi finanziaria dell’Ente, giustificano pienamente i provvedimenti adottati da questo CdA secondo canoni di sana e oculata gestione e in una logica di risanamento non più rinviabile».

Lo scrive in una nota l’ente religioso in merito al licenziamento dei 42 dipendenti. «Per questi motivi, vengono dichiarati risolti i rapporti di lavoro ed è esclusa ogni possibilità di reintegrazione di alcuno dei ricorrenti per la sopravvenuta impossibilità di mantenere le prestazioni nell’organico dell’opera pia - aggiunge il Cda dell’ente - Considerata la situazione dei lavoratori, privi di reddito e di valide prospettive occupazionali, viste le condizioni soggettive e oggettive, discendenti dalle decisioni dei giudici di Palermo, l'opera pia Cardinale Ruffini, che aveva offerto già questo suo impegno a tempo debito, corrisponderà, a ciascuno dei ricorrenti, una somma parametrata secondo i criteri enunciati nelle pronunzie giudiziali, sperando vivamente che ciò aiuti a migliorare la condizione degli stessi lavoratori e delle loro famiglie».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X