stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Sbloccato dopo 10 anni il piano regolatore del porto di Palermo
INFRASTRUTTURE

Sbloccato dopo 10 anni il piano regolatore del porto di Palermo

Sbloccato dopo 10 anni il Piano regolatore del porto di Palermo e avviate le demolizioni degli insediamenti e delle vecchie strutture, con l’obiettivo di fare dello scalo uno dei principali hub passeggeri del Mediterraneo.

A fare il punto della situazione, a nove mesi dal suo insediamento, è il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti: «Non solo progetti, ma immediata esecuzione delle opere» ha spiegato nel convegno che si è svolto oggi a Palermo.

E l’elenco, riportato in una nota è lungo: «Superamento del contenzioso con il Comune e dissequestro della stazione marittima, demolizione dei silos, attivazione di finanziamenti per oltre 120 milioni, ma anche messa a punto dei nuovi piani regolatori di Trapani e Porto Empedocle, vecchi di oltre 50 anni. Inoltre definizione del concorso internazionale di idee per la realizzazione dei due terminal sul molo Piave e sul molo Sammuzzo» più il coinvolgimento di due società europee per la realizzazione del progetto di Smart Port.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X