stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Palermo, Punta Raisi al secondo posto in Italia per aumento di passeggeri
TRASPORTI

Palermo, Punta Raisi al secondo posto in Italia per aumento di passeggeri

PALERMO. L’aeroporto di Palermo vola verso la vetta della classifica degli scali con  la maggiore crescita di passeggeri.  Tra i primi dieci aeroporti per numero di passeggeri (Fiumicino, Malpensa, Bergamo, Linate,  Venezia, Catania, Bologna, Ciampino, Napoli, Palermo), il Falcone Borsellino si piazza al secondo  posto, con un consistente incremento di transiti nazionali e internazionali del 13,2% nei primi  cinque mesi del 2016. Al primo posto c’è l’aeroporto di Bologna, che cresce di un soffio più di  Palermo: +13,4%.

Al terzo posto Venezia (+10,3%).  Il dati di traffico passeggeri, da gennaio a maggio 2016, in 35 aeroporti italiani, fanno parte del  report pubblicato oggi da Assaeroporti (Associazione Italiana Gestori Aeroporti).  Palermo cresce a doppia cifra su tutti i fronti e conquista il primato per quanto riguarda il traffico  passeggeri internazionale: +23,2%. Seguono Ciampino (+14,5%) e Bologna (+14,4%).  Per quanto riguarda il traffico nazionale, lo scalo palermitano si piazza ancora al secondo posto  (11,5%), preceduto da Bologna (+11,7%), mentre al terzo posto c’è Venezia (+6,6%).

I dati sono stati anticipati ieri a New York dal presidente della Gesap Fabio Giambrone, durante la  conferenza stampa di promozione del volo Palermo/New York, operato quattro volte alla settimana  dalla compagnia aerea Meridiana, che si è svolta nella sede del consolato italiano della Grande  “C’è un pizzico di orgoglio nell’annunciare questo balzo in avanti dell’aeroporto - dicono Fabio  Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e amministratore delegato della Gesap - Un buon  risultato che conferma quanto di buono è stato fatto per la società di gestione, e che si aggiunge  all’utile raggiunto per il terzo anno consecutivo, alle buone relazioni industriali, alla grande  professionalità del personale. La conferenza di New York - concludono Giambrone e Mistretta - è  stato un modo per far conoscere fuori dai confini europei le grandi potenzialità dello scalo  palermitano, porta di accesso di un territorio unico, accogliente e colmo di tesori monumentali”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X