stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Da 5 mesi senza Cig, operai indotto Fiat bloccano ingresso dell'Agenzia delle Entrate
TERMINI IMERESE

Da 5 mesi senza Cig, operai indotto Fiat bloccano ingresso dell'Agenzia delle Entrate

TERMINI IMERESE. Un gruppo di operai delle ditte dell'indotto Fiat ha bloccato l'ingresso alla sede dell'Agenzia dell'Entrate a Termini Imerese contro il mancato pagamento della cassa integrazione in deroga.  Da cinque mesi 142 lavoratori delle aziende Biennesud, Manital e Ssa non percepiscono il sostegno al reddito e per questo chiedono lo sblocco delle somme loro spettanti. L'iniziativa è stata organizzata da Fiom e Fim.  Gli operai questa mattina hanno inscenato una protesta analoga in via Vittorio Amedeo dove si trova la sede dell'Inps di Termini Imerese, che i lavoratori hanno occupato per qualche ora.  «Siamo senza stipendio da gennaio - dice Giovanni Schillaci, 44 anni, operai della Biennesud - non possiamo andare avanti così». «Siamo disperati - aggiunge il suo collega della Fim Cisl Michele Russo, 40 anni - la situazione è drammatica, ci sono colleghi che non sanno come comprare da mangiare ai propri figli».  Gli operai resteranno in cig in deroga fino a fine maggio.  «Non solo da 5 mesi sono senza sostegno al reddito perchè non sono state ancora pagate le spettanze da gennaio a oggi - dice il segretario regionale della Fiom, Roberto Mastrosimone - ma al danno si aggiunge anche la beffa; il 31 maggio scade anche la cig in deroga».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X