stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Palermo, all'Orto Botanico il talento del sedicenne pianista Antonio Alessandri
MUSICA

Palermo, all'Orto Botanico il talento del sedicenne pianista Antonio Alessandri

Palermo, Cultura
Antonio Alessandri

Cambio in corsa nel programma della stagione di concerti dell’associazione Kandinskij, ma la variazione permetterà di ascoltare un vero prodigio del pianoforte. Domenica 11 dicembre alle 19, all’Orto Botanico di Palermo, arriva infatti Antonio Alessandri, giovanissimo pianista appena sedicenne (Milano, 2006), ma già considerato un’eccellenza e vincitore di numerosi concorsi. Alessandri eseguirà gli  evocativi Études-Tableaux, Op. 33 di Sergej Rachmaninov, le Tre mazurche per pianoforte del compositore inglese contemporaneo Thomas Adès  e la Sonata in do minore D. 958, una tra le tre ultime sonate di Franz Schubert, che morirà due mesi dopo averle composte e non le vedrà mai pubblicate. Un programma molto interessante, scelto con estrema cura dal giovane pianista milanese. Biglietti: 10/5/2 euro.  su www.coopculture.it

Antonio Alessandri ha iniziato lo studio del piano a 7 anni al Conservatorio di Parma. Dal 2017 studia con Davide Cabassi, al Conservatorio Verdi di Milano con il quale tre anni dopo registrerà, al Teatro Verdi di Pordenone, il I Concerto di Beethoven in forma di lezione-concerto per Rai5 In Itinere. Dialoghi musicali tra maestro e allievo. Nel 2020 ha frequentato la masterclass con Benedetto Lupo e da quest'anno è uno degli allievi selezionati da Lieven Piano Foundation, per due mesi di masterclass a Vienna con Andreas Steier, Lilya Zilberstein, Paul Roberts, Davide Cabassi, Ronald Brautigam, Arie Vardi, Tatiana Zelikman, Ferenc Rados, Alon Goldstein.

Antonio Alessandri si è già esibito in diverse città italiane e all’estero al Festspiele di Erl. Ospite fisso a Piano City Milano, ha suonato nell’ambito del Festival pianistico di Brescia e Bergamo (Giovani Talenti) e a Milano per la Società dei Concerti. Con l’orchestra ha esordito a dodici anni alla Primavera di Baggio, eseguendo il Concerto K 413 di Mozart.  Nel 2021/22 debutta al Teatro Dal Verme di Milano, con l’orchestra dei Pomeriggi Musicali nella stagione ufficiale. Nel 2022 è solista con i Virtuosi Italiani ad Ala di Trento al Festival Mozart. Ha vinto il primo premio Livorno Piano Competition 2022.

Il concerto di Antonio Alessandri sostituisce quello previsto di Salvatore Bonafede (contaminazioni tra canzoni di Gershwin e i Lieder di Schubert e di Schumann). Gli spettatori possono scegliere se assistere a questo nuovo appuntamento o chiedere il rimborso.  Il prossimo concerto in programma – venerdì 16 dicembre alle 20,30 all’Oratorio dell’Immacolatella – sarà invece quello attesissimo dell’organista bavarese Johannes Skudlik, che proporrà un programma interamente dedicato a Bach suonando il prezioso organo Lugaro del 1858, restaurato nel 2016. L’anno si chiuderà poi domenica 18 all’Orto Botanico con il 900Duo e l’omaggio a César Franck. I prossimi appuntamenti a gennaio.

La stagione, curata da Aldo Lombardo,  è organizzata dall’Associazione Kandinskij con il supporto del Ministero della Cultura, dell’assessorato regionale al Turismo, il patrocinio dell’assessorato comunale alla Cultura; in partenariato con l’European Orgel Festival, l’AIAM (Associazione italiana attività musicali), la Casa discografica Diaphone, il SiMuA (Sistema museale di Ateneo), la Compagnia dell’Immacolata Concezione e Coopculture.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X