stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Drammaturgia oggi, docenti e registi a confronto a Palermo: "L'artista è il primo a vivere la crisi"
CENTRO AMAZZONE

Drammaturgia oggi, docenti e registi a confronto a Palermo: "L'artista è il primo a vivere la crisi"

di
teatro, Palermo, Cultura
L'incontro sulla drammaturgia al Centro Amazzone a Palermo

Partire dall'origine della parola crisi per riflettere sul ruolo della drammaturgia nel contemporaneo. Al Centro Amazzone di Palermo, mercoledì scorso, una giornata di incontri e dibattiti che ha visto coinvolti, tra i tanti, Flavia Frisone, docente di Storia Greca all'Università del Salento, Laurent Muhleisen, Centre international de la traduction théâtrale à Paris, e diversi registi palermitani, da Beatrice Monroy a Rosario Palazzolo e Turi Zinna. “Un'occasione per stare insieme, di confronto e riflessione - commenta la drammaturga Lina Prosa - quello dell'artista è un mestiere delicato. L'artista è il primo a vivere e a subire le conseguenze dei periodi di crisi. Abbiamo parlato di finanziamenti, di accesso a spazi e di soluzioni. Spesso occasioni di confronto come questa mancano”.

La giornata si è aperta con una riflessione sull'origine del termine “Crisi, parola di origine greca” con Flavia Frisone. A seguire uno sguardo sull'attualità con Laurent Muhleisen, traduttore teatrale e grande conoscitore di testi contemporanei.

Interessante la realtà creata da Simone Audemars, Lelabò, con l'obiettivo di stimolare e proteggere i processi creativi. “Spesso non si investe molto sul processo creativo – spiega la drammaturga del Centro Amazzone - abbiamo un sistema che ci porta alla produzione, allo spettacolo come merce. Questo progetto nasce con l'obiettivo di proteggere il processo creativo sostenendolo economicamente. Prevede delle borse di studio per sperimentare ed esplorare tutta la parte che precede la produzione”.

Tra gli interventi pomeridiani due tavole rotonde di riflessione sulla professione dell'autore, regist e attore teatrale contemporaneo. “Poetiche in discussione” con Tino Caspanello, Rino Marino, Beatrice Monroy, Rosario Palazzolo, Sabrina Petix, Margherita Ortolani, Lina Prosa e Turi Zinna. E a seguire “Riparare la bicicletta/ Possibile uscire dal sistema di cui il teatro fa parte?” un dibattito moderato dalla giornalista Marina Turco, con Simone Audemars di Lelabò, Luca Mazzone del Teatro Libero Palermo, Lina Prosa e Pamela Villoresi del Teatro Biondo.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X