stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Una marina di libri, quattro appuntamenti con i volumi dell’Accademia di Belle Arti di Palermo
LE DATE

Una marina di libri, quattro appuntamenti con i volumi dell’Accademia di Belle Arti di Palermo

Il 16 settembre la presentazione dell’Almanacco delle Artiste siciliane. Le successive il 17, il 19 si parla di terapie artistiche e salute mentale dei bambini
libri, Palermo, Cultura

Quattro appuntamenti in tre giorni, 16 – 17 e 19 settembre, per l’Accademia di Belle Arti alla manifestazione Una marina di libri, a Palermo.

Il primo, giovedì alle 17 allo Spazio Libeccio con la presentazione dell’Almanacco delle Artiste siciliane a cura di Giulia Ingarao e Emilia Valenza (edizioni Kalos). È un’indagine sull’opera di artiste che hanno costruito l’immaginario visivo dell’arte siciliana attraverso diversi mezzi espressivi, dalla pittura alla scultura, fino alla performance, al video e alla fotografia.

Due gli appuntamenti venerdì 17, ancora una volta allo Spazio Libeccio. Il primo alle 21.30 con la presentazione del volume fotografico Palermo/periferie a cura di Sandro Scalia, Maia Mancuso, Paolo Di Vita. Le periferie diventano un’occasione per un ragionamento complessivo sulla città e il suo uso (o riuso).

Stesso giorno e stesso luogo, alle 22.30, presentazione del libro fotografico Belice punto zero realizzato dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, l’Università degli Studi di Catania e la Biblioteca centrale della Regione Siciliana. Frutto del lavoro corale di geologi, geografi, sociologi e artisti, il volume riporta nei luoghi del terremoto del 1968 confrontando le immagini di oggi ,degli studenti ABA di fotografia con quelle d’epoca pubblicate dal quotidiano L’Ora.

Domenica 19 settembre, alle 10.30, allo Spazio Tramontana, si parlerà di Terapie artistiche e salute mentale dei bambini e dei giovani. Ricerca contemporanea, teoria e pratica a cura di Uwe Herrmann, Margaret Hills de Zarate, Salvo Pitruzzella Routledge, Ed. Routledge.

L’uso delle Artiterapie come prevenzione e cura dei disturbi mentali nell’infanzia e nell’adolescenza ha una tradizione consolidata, che ha dimostrato come i linguaggi delle arti siano un canale privilegiato per incontrare i minori in difficoltà. Il libro raccoglie i contributi più significativi in quest’ambito a livello internazionale. Intervengono Umberto De Paola (Direttore ABA Palermo), Margaret Hills de Zarate (Queen Margaret University, Edinburgo), Elena Mignosi (Università di Palermo), Salvo Pitruzzella (docente ABA Palermo).

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X