stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Palermo, al Teatro di Verdura le star della lirica Netrebko e Eyvazov
L'EVENTO

Palermo, al Teatro di Verdura le star della lirica Netrebko e Eyvazov

Un appuntamento imperdibile per gli appassionati del canto lirico a Palermo. Il grande gala lirico del Teatro di Verdura ospiterà due dei protagonisti della scena lirica internazionale, il soprano Anna Netrebko e il tenore Yusif Eyvazov. Il 12 agosto alle 21.15, sul podio dell’Orchestra del Teatro Massimo salirà il Maestro Michelangelo Mazza.

Compagni nella vita e sulla scena, Anna Netrebko e Yusif Eyvazov sono una coppia di straordinaria forza interpretativa per le qualità vocali e la perfetta tecnica del canto.  Il programma prevede grandi arie e duetti del repertorio dell’opera italiana dell’Ottocento e del verismo, da Otello a Tosca, da Adriana Lecouvreur e L’arlesiana ad Andrea Chénier, con l’incursione europea della Rusalka di Antonín Dvořák.

Uno spazio da protagonista avrà il Coro del Teatro Massimo diretto dal Maestro Ciro Visco con cori da Otello e Carmen e il celebre “Va pensiero” dal Nabucco di Giuseppe Verdi, mentre l’Orchestra del Teatro eseguirà gli intermezzi da Adriana Lecouvreur, Manon Lescaut e Fedora.

GLI ARTISTI

Anna Netrebko, soprano. Nata a Krasnodar, in Russia, ha studiato canto al Conservatorio di San Pietroburgo, prima di intraprendere una sfolgorante carriera che ha fatto di lei uno dei soprani più acclamati del nostro secolo. Ha ottenuto innumerevoli premi e riconoscimenti, tra cui undici ECHO Klassik, l’Opera News Award per il 2016 e l’International Opera Award per il 2017; è stata nominata “Artista del Popolo” della Russia e Kammersängerin della Repubblica Austriaca. È stata la prima cantante d’opera a essere inserita, già nel 2007, nella lista delle 100 persone più influenti del mondo compilata dalla rivista “Time”.

Yusif Eyvazov, tenore. Nato ad Algeri, è cresciuto a Baku, in Azerbaijan, dove ha iniziato gli studi di canto alla locale Accademia di musica. Si è poi trasferito in Italia, dove si è perfezionato con Franco Corelli e Ghena Dimitrova. Ha inaugurato la stagione 2017-18 con una lunga tournée con la moglie Anna Netrebko in Asia, Australia e Nuova Zelanda, toccando, tra l’altro, Dubai, Tokyo, Nanjing, Seoul, Melbourne e Sidney. Dopo il debutto scaligero come protagonista dell’Andrea Chenier, è stato ospite al Bol’šoj di Mosca come Des Grieux (Manon Lescaut), Hermann (La dama di picche), e come protagonista del Don Carlo. In seguito debutta nel Macbeth al Covent Garden, poi Cavaradossi (Tosca) alla Staatsoper di Berlino e Manrico (Il Trovatore) all’Opéra di Parigi.

Michelangelo Mazza, direttore d’orchestra. Primo violino solista per quattordici anni presso il Teatro Regio di Parma, ha maturato grande esperienza nel repertorio operistico italiano grazie anche alla collaborazione con i più illustri direttori tra i quali Riccardo Muti, Yuri Temirkanov e Lorin Maazel. Nel 2014 ha intrapreso la carriera direttoriale debuttando in Falstaff presso il Theatro Municipal di São Paulo, in Brasile, dove è stato invitato nuovamente nel 2015 per dirigere le produzioni di Manon Lescaut e Così fan tutte. Tra i numerosi impegni, l’incontro con Anna Netrebko e Yusif Eyvazov ha dato il via nel 2017 ad una felice e continuativa collaborazione per opere e concerti lirico-sinfonici.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X