stampa
Dimensione testo
LA NOMINA

Palermo, l'attrice e regista Pamela Villoresi alla guida del Teatro Biondo

teatro biondo, Giovanni Puglisi, Pamela Villoresi, Palermo, Cultura
Pamela Villoresi

Il Teatro Biondo di Palermo ha di nuovo una guida. È l'attrice e regista Pamela Villoresi, scelta come nuova direttrice per il quinquennio 2019-2023. Succede a Roberto Alajmo, così come ha deciso oggi il consiglio di amministrazione.
La Villoresi avrà il compito "di allargare sempre di più il successo del Teatro nell'opinione e nel gradimento della città di Palermo e di tutto il territorio culturale siciliano di riferimento, puntando finalmente al riconoscimento del Biondo quale Teatro nazionale, come merita la sua storia, il suo prestigio artistico e l'impegno fin qui profuso da tutti i suoi protagonisti e operatori", afferma una nota del cda.

Il consiglio di amministrazione del Biondo ha espresso anche "un sentito ringraziamento al direttore uscente, Roberto Alajmo, per la sua attività di programmazione e guida, autorevole e qualificata, che ha dato al teatro un'impronta di novità e di rilancio a valle di una lunga stagione difficile e complessa, dalla quale il Biondo veniva fuori e che Alajmo ha contribuito a superare con successo di critica e di pubblico".

Villoresi sarà presentata alla città e alla stampa sabato 13 aprile alle 11 nella Sala grande del Teatro Biondo. "La scelta di un direttore è sempre cosa difficile e impegnativa - ha affermato il presidente del cda del teatro Giovanni Puglisi - questa volta lo è stata forse più di altre, non già per la personalità individuata, eccellente e di altissimo profilo artistico, professionale e umano, quanto piuttosto per la ricchezza del panorama locale e nazionale, professionale e artistico sul quale il consiglio ha potuto puntare la sua attenzione, tutto di alto profilo".
"Pamela Villoresi non solo esprime e riassume un curriculum artistico di grande spessore, - ha aggiunto - ma anche racconta, con la sua vita culturale, per intero svolta nel teatro, per il teatro e per le altre forme di spettacolo alle quale si è dedicata, e con la sua reputazione professionale una storia d'amore teatrale affascinante e insieme carica di suggestioni e di promesse".
Villoresi, 62 anni, è nata a Prato da padre toscano e madre tedesca. A 14 anni ha debuttato come protagonista nel Re nudo di Schwarz diretta da Paolo Magelli. All'età di 17 anni ha girato il Marco Visconti che la rende famosa al grande pubblico e a 18 approda al Piccolo Teatro di Milano da Giorgio Strehler e partecipa con Jack Lang alla fondazione dell'Unione dei Teatri d'Europa. Ha recitato in più di 60 spettacoli di cui 5 con Strehler, e poi con Nino Manfredi, Vittorio Gassman, Mario Missiroli, Giancarlo Cobelli e Maurizio Panici, al fianco dei più grandi attori italiani. È stata nel consiglio di amministrazione dell'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, del Met Teatro Stabile della Toscana e del Teatro Argentina Stabile di Roma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X