stampa
Dimensione testo
SANTUZZA

"Palermo Bambina", pronto il bando per il prossimo Festino di Santa Rosalia

di
festino santa rosalia palermo, patrona palermo, santuzza, andrea cusumano, Leoluca Orlando, Palermo, Cultura
L'edizione dello scorso anno del Festino di Palermo

L'infanzia e i bambini. È questo il tema conduttore del prossimo Festino di Santa Rosalia, l'edizione numero 394, che Palermo festeggerà il prossimo 14 luglio.

Si scaldano i motori per la festa in onore della Santuzza patrona di Palermo e per la quale l’Area della Cultura dell'amministrazione comunale ha pubblicato sul sito del Comune (www.comune.palermo.it) il bando di gara per l’edizione 2018. Un affidamento, come già avvenuto due anni fa, avrà valenza biennale, prevedendo dunque la possibilità che l'aggiudicatario di quest'anno possa realizzare anche l'edizione 2019. La base di gara di 225.409,84 euro, al netto di Iva

“Palermo Bambina”, quindi, l’esaltazione dell’infanzia e dei bambini con la loro capacità di rappresentare nel presente la speranza del futuro, nell’anno di Palermo Capitale della Cultura. E proprio per la concomitanza del riconoscimento di cui gode quest'anno il capoluogo siciliano, è previsto che nell'allestimento sia valorizzato il patrimonio Unesco Arabo-Normanno.

Già abbozzato anche il programma, che ricalca quello degli anni passati. Il corteo del 394° Festino di Santa Rosalia partirà nel tardo pomeriggio del 14 luglio dal Piano del Palazzo Reale al Foro Italico e si snoderà lungo corso Vittorio Emanuele con tappe alla Cattedrale, ai Quattro canti e piazzetta Santo Spirito (Cavallo Marino), con eventi e manifestazioni che coinvolgano anche le piazze storiche del centro: a partire da piazza Pretoria e piazza Bellini. Arrivo del carro, intorno alla mezzanotte, al Foro Italico e poi il classico spettacolo dei fuochi d'artificio che dichiarano conclusa la manifestazione ed i festeggiamenti.

"Nell'anno di Palermo Capitale Italiana della Cultura - dicono il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Cultura, Andrea Cusumano - e per il giorno della ricorrenza più importante della città, Palermo sceglie di sentirsi bambina, capace di guardare con fiducia al futuro, capace di immaginarlo e costruirlo; Palermo si richiama all'infanzia, al suo essere vivace, multicolore, curiosa e accogliente, libera da pregiudizi, da violenza, da discriminazione. Allo stesso tempo, Palermo Bambina simboleggia la città fragile e che sta crescendo, di cui tutti dobbiamo e possiamo prenderci cura, per il cui futuro tutti abbiamo il diritto ed il dovere di impegnarci, liberandoci da ogni forma di peste".

Oltre all'allestimento del carro di Santa Rosalia, dietro al quale si assieperanno decine di migliaia di persone, il bando prevede che il vincitore dell'appalto organizzi nei giorni precedenti, già 10 luglio, una serie di manifestazioni storico-culturali e religiose (per un minimo di tre eventi giornalieri)  che si dovranno svolgere lungo il Cassaro e dovrà rappresentare il “Palio di Santa Rosalia”, in tutte le aree e piazze pedonalizzate della città (Piano della Cattedrale, Villa Bonanno, Piazza Sett’Angeli, Piazza Bologni, Piazza Pretoria, Piazza Bellini, Piazza Marina, Foro Italico Umberto I) come l’ospitalità ai “Giganti di Mistretta”; nei maggiori quartieri urbani che preservano il culto di Santa Rosalia con i tradizionali festeggiamenti religiosi, come a Piazza Monte di Pietà dove dovrà essere allestita una montagna in occasione del “Festinello” e si dovranno garantire almeno tre momenti di animazione

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X