stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura "Picciridda", il libro di Catena Fiorello diventa un film: il set a Cefalù
NEL PALERMITANO

"Picciridda", il libro di Catena Fiorello diventa un film: il set a Cefalù

film, set, Palermo, Cultura
Catena Fiorello

PALERMO. Cefalù e Castelbuono, sulle Madonie, sono i set di due film per i quali sono appena cominciate le riprese: uno sugli anni dell'emigrazione visti con gli occhi di una bambina, l'altro di taglio brillante.

Il film che si gira a Cefalù è diretto da Paolo Licata, è prodotto dalla Sun e si ispira a «Picciridda», romanzo d'esordio di Catena Fiorello.

Nata a Catania nel 1966, Catena è sorella dello showman Rosario e dell'attore Giuseppe Fiorello. Nel 2013 ha pubblicato un libro, dal titolo "Dacci oggi il nostro pane quotidiano", che racconta la sua vita familiare in cui spiccano le ricette della madre, inserite per descrivere l'ambiente della sua casa.

In «Picciridda», Catena racconta la storia di Lucia che, come tanti altri bambini, negli anni Cinquanta e Sessanta subirono il dramma dell'emigrazione e vennero affidati ai nonni perchè i genitori non erano in grado di portarli con sè.

La protagonista del romanzo diventa l'emblema di una generazione cresciuta tra sogni infranti e lacerazioni familiari.

Di altro tono il film che «I soldi spicci», il duo comico composto da Annandrea Vitrano e Claudio Casisa, stanno girando a Castelbuono con la regia di Mimmo Esposito.

Nel cast anche Barbara Tabita, David Coco, Stefania Blandeburgo e Paride Benassai.

Le riprese andranno avanti per cinque settimane. Non è ancora stato deciso il titolo del film, una commedia brillante, prodotto dalla Cattleya Lab.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X