stampa
Dimensione testo
CITTA' DA VIVERE

“Quando Dio e San Pietro fecero visita a Palermo”, Benassai sul palco

di

PALERMO
Da sentire
Un uomo che ha fatto della sua chitarra il suo terzo braccio il karaoke per cantare tutti insieme, l’esordio di una band tributo alla Disney e una serata di relax fatta per ascoltare. Anche questa settimana lungo weekend al top della musica quello proposto questa settimana dal Bafoschi Pub e Winebar di via Ugo Bassi 35 (parallela di via Isidoro Carini, accanto l’ex QZero) a Palermo. La formula

prevede l’aperitivo alle 20,30 o la serata da trascorrere a bere, accompagnata dalla musica live o di sottofondo. Oggi alle 21,30 continua la rassegna riservata ai chitarristi solitari “Guitar hero” con la musica di Faber Gray, ovvero Fabrizio Lembo, che suonerà da solo e con uno stile particolare musica intima di cantautori internazionali anni 90, Smashing Pumpkins, Nirvana, Oasis, Kings of leon e canzonette swing che in stile manouche.
-
Oggi dalle 22 tornano a esibirsi e hanno scelto il palco del Dorian di piazza Don Bosco, i La Cabla, band tributo a Claudio Baglioni. Carlo Cirri, Tony Ardolino, Vito Lo Galbo, Stefano D'Amico e Giuseppe Madonia snoccioleranno una per una le più belle canzoni del cantante romano, omaggiando il “Claudione” di Fabio Fazio con brani come “Avrai”, “Piccolo grande amore”, “E tu” e tanti testi ancora presenti nella nostra memoria collettiva.

Da leggere
Oggi alle 18 alla libreria Modusvivendi ci sarà la presentazione del libro “La traiettoria delle lucciole – Antologia del nuovo giornalismo a fumetti italiano”. Saranno presenti l'editore Guido Ostanel, Giuseppe Lo Bocchiaro, Giuseppe Morici e Lelio Bonaccorso, Marco Rizzo e Antonella Lombardi. Ingresso libero.

A teatro
Oggi domani e sabato alle 21.30, domenica alle 18.45 al teatro Agricantus arriva Paride Benassai con lo spettacolo “Quando Dio e San Pietro fecero visita a Palermo”. Biglietti 18 – 16 euro.

Mercatini di Natale
Fino al 6 gennaio sarà allestito il Mercato di Natale di via Praga 46. Sarà possibile acquisare idee regalo e oggetti per la decorazione. Gli stand saranno aperti dalle 10 alle 24. Ingresso libero.

Da vedere
Nella sala delle Armi dello Steri è in corso fino al 19 dicembre la mostra multimediale “Unescosites”. I monumenti siciliani patrimonio dell’Umanità sono visitabili con gli artglass. Dal martedì alla domenica dalle 9,30 alle 19,30 . Biglietti 3-7 euro.
-
Al teatro Biondo fino al 31 dicembre ci sarà la mostra “Facevano teatro – Cimeli e memoria dai teatri palermitani della Belle Epoque”. In esposizione abiti, biglietti e locandine provenienti dalla collezioni private di Umberto Cantone, Roberto Lo Sciuto e Aldo Maria Caruselli e dal museo del costume di Mirto. Da martedì a domenica nelle ore 10-13 e 16-19.
-
Al Tepidarium dell' Orto Botanico di via Lincoln è possibile visitare la mostra fotografica Dalla parte dell' Orto che raccoglie trenta scatti di Giovanni Pepi dedicati al sito accademico, a due passi dalla sede del Giornale. L’allestimento è visitabile fin oltre l' Epifania, ad ingresso libero negli orari di visita dell' Orto Botanico.
-
Torna al Castello a mare di Palermo, il pittore palermitanoFrancesco Anastasi con una mostra composta da 21 tele che durerà per tutto l’autunno. Ingresso gratuito da via Filippo Patti 2.
-
A Palazzo Sant'Elia di via Maqueda è possibile visitare la mostra che raccoglie le ottantasei opere della collezione della Banca Popolare di Vicenza visitabile fino a mercoledì 6 gennaio da martedì alla domenica dalle 10 alle 18,30, tranne giorni festivi. Le opere sono di Filippo Lippi, Giovanni Bellini, Jacopo Bassano, Tintoretto, Caravaggio, Tiepolo. Ingresso libero.
-
Il Museo Civico di Castelbuono, ospita fino al 19 novembre, due mostre: “As unreal as everything else”di Seb Patane e “Grand Hotel ed des Palmes” di Luca Trevisani, a cura di Laura Barreca e Valentina Bruschi. La prima presenta un nuovo video sulla pratica dei Book Club, gli incontri dove i membri del gruppo si riuniscono per discutere di un libro scelto. La mostra di Trevisani fa parte di un progetto complessivo sul rapporto uomo-natura E si sviluppa su un lavoro di ricerca durato diversi mesi, con il Museo Minà Palumbo, a partire dalla collezione botanica e dall’erbario ottocentesco.
-
Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X