stampa
Dimensione testo
CITTA' DA VIVERE

Palermo, riprendono le visite serali sui tetti della Cattedrale

cattedrale, visite, Palermo, Cultura
La Cattedrale di Palermo

PALERMO

Da sentire

Ultima matinée, al Kursaal Kalhesa (Foro Umberto I,  21) con OndeTraSponde, diretta da Roberto Bellavia per la PromoArtPalermo. Dopo la colazione, servita nel giardino segreto, alle 11,30 concerto del trio del chitarrista australiano Tim McMillan. Un concerto-performance assolutamente insolito e molto coinvolgente, del trio completato da Giuditta Cestari alla batteria, e Rachel Snow al violino. Un trio dal suono acustico che interpreta in chiave sempre virtuosistica, mai scontata né banale, brani originali e cover, esaltando i funambolismi vertiginosi dei tre strumentisti in un connubio perfetto, con momenti di distensione melodica e puntuali interventi vocali. McMillan combina folk, jazz, classica, indie, blues e un pizzico di metal. 10 euro compresa la colazione.

Organizzato da Accademia Cantori Nuovi, stasera alle 17,30 nell'oratorio del SS.Salvatore (corso V. Emanuele 395) per “I concerti dell’Accademia): il concerto “Baroque Italien d'hier et d'aujourd' hui”, ideato da Roberta Faja, mette a confronto immagini barocche del XXI secolo e suoni “attuali” del XVIII. Nell’ ensemble Cordes et Vent: Elena Carlino (soprano), Roberta Faja, Ester Prestia (flauto), Valeria Mannoia, Annalisa Scalia (violini), Vincenzo Bono (viola), Ramashanty Cappello (violoncello), Luca Ghidini (contrabbasso), Silvio Natoli (tiorba) e Maria Rosaria Falcone (clavicembalo).

Stasera alle 18 nell’auditorium della Rai (viale Strasburgo) concerto dei giovani musicisti del Conservatorio (GMC), "La musica del ‘900 tra tradizione, innovazione e avanguardia”; esecutori: Roberta Marino (clarinetto), Raffaele Pullara e Mauro Schembri (mandolini); Silvia Di Chiara, Gabriele Gallo (piano), Salvatore Macaluso (fisarmonica). Musiche di Stravinskj, Kurtag, Hlouschek, Chailly, Sollima, Magnante, Galliano, Takemitsu. Sia alle 17 che alle 18 al Piccolo Teatro Patafisico (via La Loggia 5), "La storia di Scilla e Cariddi", burattini di Vito Bartucca. 4/3 euro.

Oggi alle 18 nella chiesa di Sant'Antonio Abate allo Steri, per il ciclo di concerti di ARCHItetture curata da Elena Ponzoni e dagli Amici dei musei, realizzata con gli allievi del Conservatorio, “Ritorno al futuro” concerto di musiche del ‘900 col “Madrigale per violino e viola n. 1” di Martinu, il “Quartetto in Fa maggiore” di Ravel, e “Night at the teather” del giovane Carmelo Mantione. Sul palco Ornella Mineo, Giovanni Migliore, Emiliana Lopes, Michele Patricolo e Laura Gallo (violini), Valerio Vassallo e  Dario Giuliano (viole), Andrea Rigano e Loredana Patricolo (violoncelli). Ingresso libero.

Oggi alle 18, a Palazzo Bongiorno, a Gangi, presentazione del cd “Il giudizio universale” di Filippo Paternò nel quale sono incisi tutti i brani dell’omonimo musical firmato da Stefano Sauro che, il 14 maggio, tornerà in scena al Teatro Golden. Il cd è una preziosa testimonianza del fermento artistico e culturale che attraversa il territorio madonita. Dai 25 testi, scritti da Stefano Sauro (due dei quali recano anche la firma di Santi Cicardo), alle musiche realizzate da Filippo Paternò, fino alla fase di incisione, negli studi di Alta Quota Musiche di Petralia Soprana, per l’etichetta “I suoni della Terra”.

Una domenica da concludere con Le Morgane. Il trio vocale formato da Barbara Tutrone, Alessandra Ponente e Cinzia Gargano porterà oggi  alle 22 per la prima volta al Public in via Quattrociocchi a Bagheria il proprio show in acustico, che vedrà le tre ragazze più briose della musica di Palermo esibirsi accompagnate da una chitarra. Ingresso gratuito.

 Da leggere

Oggi alle 18 nei locali della "Galleria dell'eros" in via  Mattarella 64 a Bagheria, Piero Montana presenta "Estasi", la sua nuova raccolta di poesie proibite. Omosessuale dichiarato, poeta underground Montana ha già pubblicato nel 1999 “L'angelo perverso”, un poemetto omoerotico con prefazione di Massimo Consoli. Nel febbraio del 2000 pubblica “W.C.”, silloge di poesie su gabinetti e omosessuali tra ricoveri degli amori clandestini.  Dalla giovanile raccolta di liriche autobiografe “Breve rosario di Sodoma”,  tutta l’opera in versi di Montana è pervasa da una mistica dell'eros.

Appuntamenti

In questo mese riprendono le visite serali sui tetti della Cattedrale. La visita permetterà  non solo di scoprire gli elementi artistici architettonici delle pareti esterne della Cattedrale, ma anche di ammirare dall'alto la città con le sue ricchezze paesaggistiche e monumentali. Proprio oggi sarà possibile la visita, dalle 21 alle 24 (ultimo ingresso alle 23,30).  Costo: 5 euro. Per il tour non è prevista prenotazione. Per info rivolgersi dalle 9 alle 17 al servizio di accoglienza turistica, al numero 329.3977513 o alla e-mail:tourcattedrale@diocesipa.it Da lunedì a sabato visite dalle 10 alle 17, a meno che non ci siano cattive condizioni meteorologiche. La visita non è consentita ai cardiopatici, a chi soffre di claustrofobia, vertigini, disabilità psicofisica, attacchi di ansia.

Oggi dalle 10 alle 19, nelle piazze Sant’Anna e Vespri, due giorni tra dibattiti, mercati, degustazioni, artigianato, laboratori e visite guidate. L'Altro Arte Contemporanea propone laboratori di disegno e pittura per bambini dai 6 ai 12 anni. Mercato biologico di Codifas e artigiani di Alab. Alle 17 visita acustica del territorio condotta dall'esperto Giulio Pirrotta e alla Rete siciliana per il paesaggio sonoro. Il Ditirammu proporrà spettacoli tradizionali, ogni ora dalle 10 alle 18. Marco Manera e Giovanni Tuzza si alterneranno alle storie. Domani alle 10 La Palermo dei Misteri propone una visita guidata ai palazzi di via Alloro (si parte da Neunoi, via Alloro,64). Incontro sul gusto a cura di Maurizio Artusi. Organizza Piazza Marina & Dintorni.

Oggi alle 17,30 in piazza Aldo Moro, a Scillato, un convegno su "Prospettive di sviluppo" a cui partecipano Giulio Cortina, Mario Cicero, Fabio Lo Sicco, Rosario Sabatino, Nicola Farruggio, Antonio Bernardi e Alex    Squarzeri, campione del mondo kart nel 1998 e fondatore della società ORL. Due capolavori ritrovati, uno di Pietro Novelli e l’altro di Jusepe de Ribera detto lo Spagnoletto, sono in mostra al museo Mandralisca di Cefalù, prevenienti da villa Sant’Isidoro De Cordova di Bagheria. Fino al 31 maggio, tutti i giorni dalle 9 alle 19, anche oggi e il primo maggio.

 Schermi

Si conclude oggi al cinema De Seta (Cantieri culturali alla Zisa, via Paolo Gili 4, ingresso libero) la retrospettiva dedicata alla regista Margarethe von Trotta. Alle 18,30 sarà proiettato “Rosenstraße”, film il cui titolo è tratto dal nome di una strada di Berlino dove, nel 1943, centinaia di donne protestarono contro la deportazione dei mariti, riuscendo a farli liberare. Introduzione della germanista Rita Calabrese. Alle 20,30 chiude “Hannah Arendt” film che racconta una pagina chiave della vita della filosofa ebreo-tedesca. Inviata nel 1961 in Israele dal New Yorker per seguire il processo contro Adolf Eichmann, proporrà la sua analisi delle ragioni profonde dell’Olocausto nel saggio “La banalità del male”.

Per il ciclo di proiezioni "Visioni differenti" al Teatro alla Guilla (via sant’Agata alla Guilla), stasera alle 21, "I duelli del cavalier Carmelo, a cura di Umberto Cantone. Carmelo Bene, donchisciotte del teatro, macchina attorale, fu un fenomeno unico e irripetibile della scena neo-avanguardistica italiana. E’ il primo dei “luoghi” indagati da Umberto Cantone nel suo ciclo alla Guilla. A 12 anni dalla sua scomparsa, Cantone presenterà schegge video sulla carriera di Bene (interventi tv, duelli verbali coi tanti rivali e detrattori, mentre spiega i significati del suo fare teatro e il duello Bene-Gassman nell’85), e mostrerà alcuni reperti cartacei indispensabili per raccontare il valore di un’esperienza straordinaria. 5 euro.

 Da vedere

Stasera dalle 19 da Le Mosche (via Mariano Stabile 92) collettiva di grafica, pittura, scultura, e performance live. “Il corpo offeso” indaga il corpo umano nella sua dimensione più realistica e impietosa. Nessuna concessione a mode o a tendenze: la collettiva scandaglia la corporeità nei suoi aspetti patologici. Opere di Tino Signorini, Roberto Fontana, Isa Kaos, Gaetano Costa, Nino Russo, Paolo Madonia, Thibault Delferiere, Simona D’Amico e Simone Mannino, Olivier de Sagazan, Phlippe Berson, Cesare Inzerillo, Nicola Pucci, Michele Ciacciofera e Giulia Ravazzolo. A cura di Salvo Ferlito. Fino al 24 maggio, dalle 17 alle 20 (prenotazione: (335.7724095). Alle 21,30, terzo concerto pubblico in 15 anni, dei Quindici&Diciotto, combo zoologico di musica in camera.

Si potrà visitare da oggi, tra lo spazio Zac dei Cantieri della Zisa (via Paolo Gili 4) e la Gam (piazza Sant’ Anna) il progetto espositivo “Estoy Viva” di Regina Galindo, curato da Diego Sileo, Eugenio Viola (la performance “Raíces” all’Orto Botanico era curata da Giulia Ingarao, Paola Nicita, Diego Sileo). L’artista guatemalteca presenta, con alcune azioni più conosciute (“Quien puede borrar las huellas?”, “Perra”, “Looting”), una serie di inediti in Italia (“Proxémica”, “Verstecken”), le foto della controversa performance per il PAC di Milano, e la première assoluta del video di “Combustible”). Articolata in 5 sezioni (Politica, Donna, Violenza, Organico e Morte), la mostra si sviluppa lungo 60 lavori tra video, fotografie e sculture. L’opera “descensión” è allestita alla Gam. (l’opera nella foto di Liliana Zaragoza Cano).

Il Museo Diocesano sarà aperto anche oggi (e il primo maggio), dalle 9,30 alle 13,30. Nei saloni del Palazzo Arcivescovile si può scoprire l'esposizione permanente: pitture, sculture e arti decorative dal XII al XVIII  secolo, e altre 10 sale del piano nobile con i suoi arredi e decorazioni, tra cui la sala Beccadelli con un soffitto ligneo del ‘400 con lo stemma dell'arcivescovo Simone da Bologna; e la cappella affrescata dal Borremans nel 1733. “Da Raffaello a Van Dick” è la mostra di incisioni del XIX secolo acquerellate da Lorenzo Bracciante che affianca “Amori librorum” mostra di stampe e libri antichi che ritorna nella sala azzurra dell’Hotel delle Palme di via Roma 398 , oggi e domani dalle 10 alle 20, ingresso libero.

Due capolavori ritrovati, uno di Pietro Novelli e l’altro di Jusepe de Ribera detto lo Spagnoletto, sono per la prima volta in mostra al museo Mandralisca di Cefalù. Le due opere provengono da villa Sant’Isidoro De Cordova di Bagheria. Lo storico dell’arte Vincenzo Abbate ha ora attribuito i due oli su tela del XVII secolo. L’opera di Pietro Novelli, raffigura Davide che mostra la testa recisa di Golia. L’altro dipinto attribuito allo Spagnoletto è un San Sebastiano martirizzato. I due tesori ritrovati saranno esposti al Mandralisca fino al 31 maggio, dalle 9 alle 19, anche oggi e il 1° maggio.

Al teatro Garibaldi è possibile visitare la  mostra “Il luogo esatto. 100 anni di Tedeusz Kantor” . ci saranno in mostra opere di Simona D’Amico, Philippe Berson, Cesare Inzerillo, Simone Mannino a cura di Marcello Faletra. C’è tempo fino al 3 maggio. Locali aperti dal lunedì al sabato dalle 17 alle 19,30. Sabato è necessario fissare appuntamento.

Concepito per innescare dei meccanismi virtuosi tra artisti e non addetti ai lavori, alla ricerca di un contatto diretto con i fruitori, lontano da musei e dalle gallerie. L’arte esce dai luoghi consacrati per diventare una risorsa a portata di tutti, non più materia in mano di una élite. Ha questo rivoluzionario obiettivo la mostra di pittura “Ventodarte” di Kino Mistral, artista di origini milanesi, tanto amato anche in Sicilia.Ideazione Gigliola Beniamino Magistrelli. In vetrina venti tele, che avranno come casa gli spazi del centro commerciale Conca D’Oro di via Lanza di Scalea, a Palermo. La mostra sarà visitabile sino al 3 maggio.

La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 21 giugno. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).

NOVE è il titolo di un ampio progetto - promosso dall’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana e realizzato dal Museo Regionale d'Arte Contemporanea Palazzo Belmonte Riso, dalla Galleria d’Arte Moderna di Palermo e dall’Associazione Ars Mediterranea, in collaborazione con la RizzutoGallery - che ha al centro il lavoro del fotografoDavide Bramante e costituisce un momento significativo nella sua prolifica e cosmopolita carriera.  Bramante realizza le sue opere fotografiche con la tecnica della esposizione multipla in fase di ripresa, risultato di più scatti (da quattro a nove) sulla stessa porzione di pellicola, caratteristica distintiva unica che ha assicurato a Bramante un posto più che meritato nella fotografia d’arte. Ne risultanovisioni simultanee di grandi città, porzioni assemblate dei suoi tanti viaggi e dei suoi pensieri, opere d’arte suggestive e seducenti dove i luoghi più rappresentativi di ogni città riescono a convivere diventando interpretazioni dello spirito collettivo. La sovrapposizione è una delle tecniche più affascinanti della fotografia ma usata molto di più nel cinema. Bramante la usa per uscire, andare in giro per il mondo e catturare immagini, e invece che ricondurle a un reportage documentario, lo fa diventare un’opera a parte, un altro mondo.La mostra è visitabile fino al 3 maggio al Riso, al 17 maggio alla Gam.

A teatro

Le Toréador" e "Cavalleria Rusticana", sono le due opere che debuttano al Teatro Massimo di Palermo. Appuntamento alle 21,30. Biglietti da 38, 50 euro a 137 euro.

Fino al 7 giugno al teatro Agricantus ogni giovedì, venerdì e sabato alle ore 21.30 e ogni domenica alle ore 18.45 ci sarà lo spettacolo “Alla faccia nostra” con Sergio Vespertino e Paride Benassai .

Oggi alle 18,30 al Teatro Atlante, via Aragona 25, narrazione di storie dal mondo, con protagonista l'universo femminile. “Racconti di donne selvagge” di e con Maura Tripi parte da la Loba, una vecchia che raccoglie le ossa disperse nel mondo. Dal canto della raccoglitrice, prende vita lo scheletro del lupo che corre nel deserto, finché un raggio di luce, l’acqua del fiume o il vento sul muso lo trasformano in una donna, che corre libera verso l’orizzonte. Le storie che si intrecciano raccontano l’anima femminile e le sue ferite. 5 euro.

Oggi alle 18,30 al Don Orione il musical “La favola di Mary Poppins”, un mix tra il celebre romanzo di Pamela Lyndon Travers e l'omonimo film firmato Disney: diventano un musical interamente recitato, cantato e ballato dal vivo dalla compagnia dell'Accademia internazionale del Musical che porta in scena una delle storie più amate di tutti i tempi. Venti artisti sul palco accompagneranno nel magico mondo di Mary Poppins. Dall’innocenza infantile dei piccoli Michael e Jane, alla vita semplice di Bert lo spazzacamino, all’austerità di mr. Banks.

Stasera alle 21,15 al Teatro del Baglio, a Villafrati, Serena Di Gregorio presenta “5 agosto”, spettacolo preceduto alle 18, da un incontro con l’autrice. “5 agosto” prende il titolo dal giorno della festa della Madonna della Neve, durante il quale è ambientato tutto lo spettacolo, secondo passaggi e salti temporali che, oltre a raccontare la vita della protagonista, ripercorrono la storia d’Italia dai primi anni ’40 del novecento fino ai giorni nostri. Le vicende raccontate in relazione ad un’unica esistenza, appartengono in realtà alle vite di più persone.

CATANIA

Da vedere

A Catania è in arrivo per Pasqua una nuova “covata d’autore”. Si tratta di cinquanta straordinarie opere d’arte dedicate, ispirate e concepite intorno ad altrettante uova di struzzo: è l’originale collezione raccolta negli ultimi tre anni dalla stilista Marella Ferrera che ha riunito intorno al progetto protagonisti del mondo dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del design e dell’alta cucina. LeUova d’autore2, dopo la fortunata edizione del 2012, saranno esposte, dal 28 marzo al 28 luglio al MF Museum & Fashion, l’atelier-museo di Catania che la Ferrera ha creato dal sapiente recupero dello spirito del museo settecentesco del Principe di Biscari. In mostra cinquanta opere e installazioni dove l’uovo di struzzo – proveniente ancora una volta dai due struzzi femmina  Bibì e Bubù “adottati” dalla stilista - è il pretesto creativo intorno a cui dire e raccontare. Ma più spesso anche per raccontarsi.  La mostra sarà visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Biglietto unico 3 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X