stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Mostra, oltre 200 capolavori del ‘900 siciliano esposti a Palermo
A PALAZZO SANT'ELIA

Mostra, oltre 200 capolavori del ‘900 siciliano esposti a Palermo

L’ouverture (ad inviti) è fissata per le 18, all’interno della Settimana delle Culture, con una visita guidata di Vittorio Sgarbi

PALERMO. Oltre 200 capolavori del ‘900 siciliano esposti nelle sale di Palazzo Sant'Elia, a Palermo, dal 3 novembre al 26 dicembre. “Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice”, a cura di Vittorio Sgarbi, sarà presentata alla stampa lunedì 3 novembre alle 12, a Palazzo Sant’Elia (via Maqueda 81). L’ouverture (ad inviti) è fissata per le 18, all’interno della Settimana delle Culture, con una visita guidata di Vittorio Sgarbi. Apertura al pubblico, dalle 19,30 alle 23. La mostra “Artisti di Sicilia” è realizzata da Exa - Mondi Nuovi, ed è promossa dalla Fondazione Sant'Elia, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Siciliana Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, dalComune di Palermo, e da Expo Milano 2015. La mostra è tra le iniziative che inaugurano la seconda Settimana delle Culture.

L'iniziativa prevede dodici mostre fotografiche, nove collettive di pittura, due di scultura e tre di incisioni, una panoramica aggiornata sull’arte siciliana e immagini legate alla caduta del Muro di Berlino; nove fra concerti e spettacoli teatrali, e ancora 17 conferenze o convegni, altrettante visite a laboratori artigianali, otto itinerari culturali, sette presentazioni di libri, quattro proiezioni di film. Poi spettacoli di marionette, cibo di strada, murales, tattilismo, sport e arti varie. La seconda Settimana delle Culture – che poi seconda non è, visto che ci sono state anteprime piene di eventi – partirà lunedì prossimo con una giornata già pienissima, tra inaugurazioni e presentazioni. Per un’intera settimana, si snoccioleranno un centinaio di appuntamenti messi insieme dal comitato organizzatore – presieduto da Gabriella Renier Filippone, e completato da Gaetano Basile, Massimiliano Marafon Pecoraro, Clara Monroy, Maria Antonietta Spadaro, Salvo Viola – in un anno di lavoro, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura.

Di fatto, un’iniziativa che era nata per far da volano alla candidatura della città a capitale della cultura, si è poi strutturata in un appuntamento annuale, una vetrina di artisti e intellettuali offerta a Palermo. Quest’anno poi, parecchi degli appuntamenti serviranno a raccogliere fondi per il restauro della «Vittoria alata» di Vittorio Ugo, ma anche per i poveri di Biagio Conte e per associazioni solidali. Spigolando nel lungo programma – impossibile citare tutto – si scopre la grande collettiva «Artisti di Sicilia» che giunge da Favignana ed è curata da Vittorio Sgarbi. Sarà ospitata per circa due mesi a Palazzo Sant’Elia che accoglie anche dal 5 novembre, 15 opere sul «Trionfo della morte» di Pino Rosa. Tra gli spettacoli, «Contaminazioni» tra danze e musiche di Futuro danza, martedì al Teatro Zappalà; e concerto del duo bulgaro Angel Stankov e Bozhidar Noev, al Conservatorio; «Soirèe» di Salvo Licata, regia di Lollo Franco. Sono molti i luoghi coinvolti, dai Cantieri della Zisa agli oratori del centro storico, dall’ex Fonderia alle Stanze del Genio, dal palazzo Torre Piraino a Palazzo dei Normanni, dall’Arsenale a Palazzo Ziino.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X