PALERMO

Mura delle Cattive da mettere in sicurezza, ultimatum dal Comune

di
Il sindaco: «Subito la ristrutturazione degli edifici o sarete denunciati». Senza gli interventi la passeggiata resterà chiusa. Il dissequestro disposto in settembre dal Gip, dopo sei mesi: ma ora vanno sistemate le parti pericolanti e deve essere ripristinato il decoro del bene

PALERMO. Mettere in sicurezza i tre maestosi palazzi i cui prospetti danno sulla passeggiata delle Mura delle Cattive, a ridosso del Foro Italico. Lo ha deciso nei giorni scorsi il sindaco, Leoluca Orlando, con un’ordinanza, con cui ha ordinato ai proprietari dei palazzi Benso, Butera e Piraino di provvedere agli interventi di ripristino dei tre edifici: se non lo faranno scatterà una denuncia penale.

Sono le conseguenze dell’indagine penale che, quasi otto mesi fa, portò al sequestro della Passeggiata. Era il 4 marzo, quando, dopo un sopralluogo svolto dal Nucleo tutela patrimonio artistico della polizia municipale, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale dispose il provvedimento riguardante le Mura delle Cattive. Tra atti vandalici e dissesti naturali, causati dagli alberi secolari che costeggiano il monumento, la Passeggiata era infatti a rischio, pericolante.

Solo sei mesi dopo, il 3 settembre, i sigilli furono rimossi, per permettere al Comune di verificare lo stato dell'area e predisporre gli interventi necessari al recupero della Passeggiata. Così, dopo il sopralluogo, il responsabile dell'unità operativa Beni artistici monumentali-immobili vincolati del settore comunale al Territorio, ha invitato i proprietari dei tre palazzi a rischio a intervenire con urgenza, entro sette giorni dall'avviso. Ma finora nessun lavoro è stato svolto.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X