stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, troppi furti d'auto: le vittime organizzano la resistenza con i gruppi su Facebook
CRIMINALITÀ

Palermo, troppi furti d'auto: le vittime organizzano la resistenza con i gruppi su Facebook

furti, Palermo, Cronaca
I carabinieri impegnati in un'operazione contro i furti d'auto

I furti d’auto sono in netta crescita a Palermo. Non passa giorno che nel capoluogo non vengano portate via vetture. Numeri ufficiali non ne vengono forniti. Ma da alcuni mesi si assiste a una costante crescita dei furti e dei tentativi di avvicinare i derubati e cercare di consegnare l’auto dietro compenso: il cavallo di ritorno.

Non a caso le auto, una volta prelevate, verrebbero spostate non distante dal luogo del furto. Ultimamente i cittadini cercano di fare rete e utilizzare i social come Facebook. Diversi i gruppi che erano stati creati per segnalare gli oggetti smarriti e ritrovati per strada. Adesso però la fanno da padrone le auto e i furgoni oggetto di furti. Nei gruppi oggetti smarriti o rubati a Palermo sempre più spesso ci sono segnalazioni di auto abbandonate, o auto rubate. Post con tanto di foto e richieste di aiuto. In alcuni casi arriva anche la notizia che l’auto è stata ritrovata. Le ultime segnalazioni una Fiat 500 trovata senza i fanali, il furto di una Panda in via Filippo Corazza, una bici rubata all’istituto Garibaldi, un’altra Panda rubata a Bagheria nella zona del Super Cinema, una Peugeot bianca rubata in via Tommaso Calojra alla Noce, una Lancia Y rubata in via Cirrincione e ancora una Fiat 500 rossa rubata nella zona dell’ospedale Civico e dell’Ismett, e Una Fiat 500 in viale Francia.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X