stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Dissesto idrogeologico a Prizzi, il Tar sblocca i lavori
SENTENZA

Dissesto idrogeologico a Prizzi, il Tar sblocca i lavori

Sbloccati i lavori da quasi 2 milioni di euro a Prizzi, per contrastare il dissesto idrogeologico. Le opere per il consolidamento a valle del corso Finocchiaro Aprile e della via De Gasperi sono stati aggiudicati dal Commissario di governo. I giudici della prima sezione del Tar di Palermo presieduto da Salvatore Veneziano hanno respinto il ricorso presentato dalle imprese in associazione temporanea Fae Costruzioni e Coestra e giudicato legittimo l’esito della gara che aveva visto i lavori aggiudicati alla Consorzio Stabile Geco assistito dagli avvocati Giuseppe Ribaudo e Francesco Carità.

«Il Tar ha stabilito - spiega l’avvocato Ribaudo - che deve considerarsi corretta l’esclusione dalla gara della ricorrente che ha presentato una polizza fideiussoria intestata soltanto ad un impresa del raggruppamento partecipante, e non a tutte, non essendo sanabile a posteriori. Pertanto, la stazione appaltante potrà completare la procedura di gara, aggiudicandola al consorzio primo in graduatoria in possesso di tutti i requisiti di legge, in modo da consentire l’immediato avvio delle lavorazioni. Con questa decisione potranno essere avviati di lavori per la realizzazione di un opera pubblica urgente e necessaria a tutela della sicurezza dell’intera comunità di Prizzi, ed in particolare della zona a Sud del centro abitato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X