stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, un'area per cani nella villetta di piazza XIII Vittime: progetto in arrivo
ANIMALI

Palermo, un'area per cani nella villetta di piazza XIII Vittime: progetto in arrivo

di
animali, cani, Palermo, Cronaca
La villetta di piazza XIII Vittime dove dovrebbe sorgere l'area per cani

Un progetto per una nuova area cani nella villetta di piazza XIII Vittime: questa è una delle ultime idee che il Comitato 13 vittime, che da anni si occupa del quartiere e delle sue zone limitrofe insieme ad altre associazioni, sta portando avanti e che proporrà alla futura amministrazione.

L’idea nasce dopo aver accolto varie lamentele tra alcuni padroni degli amici a quattro zampe: negli ultimi mesi, infatti, si sono verificate diverse aggressioni che hanno creato più di un problema a molti padroni e che adesso avvertono la necessità di una zona in cui i loro animali possano giocare e passeggiare all’area aperta in tranquillità.

Così il comitato, di concerto con altre associazioni come Oipa, ha deciso di intervenire, individuando nell’aiuola più grande della villetta un possibile punto di ristoro per gli animali: «Insieme a fidati architetti urbanisti - racconta Andrea Russo, presidente del Comitato 13 vittime - stiamo preparando il progetto da sottoporre alla nuova amministrazione. Abbiamo accolto il bisogno di tanti proprietari di cani che ormai si sentono intimoriti - prosegue - questo è un progetto portato avanti dalle tante anime presenti nel quartiere».

Insieme a questa idea, però, cammina di pari passo un’altro progetto: un regolamento per tutte le aree cani della città. Ad occuparsene Veronica Anastasio e l’associazione Oipa, da sempre vicina agli amici a 4 zampe.

Il regolamento, al momento una bozza in via di definizione, vorrebbe mettere nero su bianco quelle regole, tacite, che a volte però non vengono rispettate: spesso infatti, in alcune aree cani i padroni possono non essere in possesso delle museruole o non raccogliere gli escrementi dei propri animali, creando parecchi disagi.

Altre volte, invece, si assiste a padroni che non vigilano sul comportamento dei propri animali o che, pur conoscendo il comportamento e il carattere del proprio cane, diventano i re incontrastati dell’area. Insomma, due progetti che potrebbero portare grandi benefici a tutti i padroni e ai loro animali.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X