stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Installazione ai Quattro Canti a Palermo, boato ma nessun crollo: "Tutto previsto"
L'OPERA

Installazione ai Quattro Canti a Palermo, boato ma nessun crollo: "Tutto previsto"

stragi del 1992, Palermo, Cronaca
L'installazione artistica ai Quattro Canti di Palermo

Il boato ha portato a credere che “Elisa“, l’installazione artistica ai Quattro Canti di Palermo fosse crollata. In realtà non si era verificato alcun incidente che danneggiasse la struttura sistemata in occasione delle celebrazioni per il trentennale delle stragi di mafia. Gli organizzatori hanno spiegato che si è trattato di un “percorso emozionale” dell’opera.

Il braccio meccanico è funzionante, ma il suo percorso prevede una serie di movimenti fino alla caduta e al danneggiamento della base. Un meccanismo previsto e simbolico ma che ha fatto pensare ai passanti che l'installazione si fosse danneggiata e avesse rovinato anche la base.

"Elisa“ è un'opera di Arcangelo Sassolino completata nei giorni scorsi e sistemata in piazza Vigliena, ovvero ai Quattro Canti. L'opera è stata voluta dal Comune di Palermo per la ricorrenza del 23 maggio ed è composta da un esagono in cemento armato sul quale è stato poggiato il braccio meccanico di un escavatore. Il messaggio che l'artista vuole lanciare è una denuncia contro l’abusivismo edilizio e i suoi legami con la mafia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X