stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cresce la richiesta di tamponi, a Palermo attivo un nuovo centro presso la Croce Rossa: gli orari
CORONAVIRUS

Cresce la richiesta di tamponi, a Palermo attivo un nuovo centro presso la Croce Rossa: gli orari

A Palermo è attivo un nuovo centro tamponi. La struttura è stata allestita presso la Croce Rossa Italiana in via Pietro Nenni, 75, visto l’aumento considerevole del numero dei contagi, l’aumento della richiesta di test e la difficoltà ad effettuarli presso diverse strutture.

Dallo scorso 25 gennaio, infatti, chiunque può presentarsi, senza alcuna prenotazione, presso la struttura della Croce Rossa Italiana Comitato Palermo ed effettuare il tampone antigenico rapido. Il costo è di 8 euro per i minorenni e di 15 euro per i maggiorenni. Per agevolare le famiglie, se ad effettuare il test saranno un maggiorenne ed un minorenne il costo sarà 20 euro. Non sono ammessi pagamenti in contanti. Saranno accettate solo modalità elettroniche (bancomat, carte di credito, postepay, etc).

Il centro è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.00 alle ore 19.00, senza pause. I tamponi effettuati sono validi, secondo le norme vigenti, ai fini del rilascio del green pass. La documentazione necessaria è il documento di identità e la tessera sanitaria. Tamponi gratuiti per i senza dimora al fine dell'inserimento presso i dormitori o i poli notturni.

Intanto, secondo l’indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat, gli italiani hanno speso di tasca propria oltre 2 miliardi di euro per sottoporsi ai tamponi. Lo studio è stato realizzato su un campione rappresentativo della popolazione nazionale adulta, da cui è emerso che da marzo 2020 ad oggi sono circa 26,8 milioni i maggiorenni che hanno fatto uno o più tamponi a pagamento, con una spesa media pro capite di circa 76 euro.

Per quasi 1 italiano su 5 l’importo pagato è stato ben più alto della media; 3,4 milioni di individui hanno speso tra i 100 e i 200 euro, mentre quasi 2 milioni hanno dovuto mettere a budget più di 200 euro; le fasce anagrafiche che in media hanno pagato di più sono i 25-34enni (93 euro) e i 45-54enni (81 euro). Dal punto di vista territoriale, sono i residenti nel Centro Italia coloro che, sempre in media, hanno speso di più per fare tamponi a pagamento (81 euro). Il costo ha gravato, seppur in modo differente, sia sui lavoratori (80 euro) sia sui disoccupati (60 euro).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X