stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, in ospedale per una visita ma cade per colpa di una buca: frattura al piede
L'INCIDENTE

Palermo, in ospedale per una visita ma cade per colpa di una buca: frattura al piede

di
Disavventura per una donna al Civico. La direzione del nosocomio: "Prenderemo provvedimenti per garantire più sicurezza"
buche, Palermo, Cronaca
La signora caduta per colpa di una buca all'interno dell'ospedale Civico

Andare in ospedale per una visita e ritrovarsi dopo pochi minuti al pronto soccorso con una frattura al malleolo. È successo ad una palermitana mentre camminava all'interno della struttura ospedaliera del Civico. Una brutta caduta, colpa di un piede messo male su un'irregolarità del terreno, sotto il marciapiede.

“Stavo scendendo dal marciapiede per attraversare la strada e andare verso il reparto che doveva visitarmi - spiega la donna a Gds.it -. Ho messo il piede in un dosso e sono volata per terra”. Al momento della caduta era sola. “Ho cominciato a chiedere aiuto e la gente è venuta a darmi una mano, poi ho chiamato un'ambulanza e mi hanno portata al pronto soccorso”.

La visita per cui si era recata al Civico alla fine è saltata e la signora si è ritrovata a passare il pomeriggio in pronto soccorso per fare una radiografia alla caviglia. “Ero andata all'ospedale per una visita specialistica – spiega - e alla fine ho passato l'intera giornata al pronto soccorso con la caviglia gonfia e dolorante. Per andare in bagno mi hanno dovuto accompagnare con la sedia a rotelle, non riuscivo a camminare”.

Ma nella sfortuna si ritiene comunque fortunata: “Menomale che avevo le scarpe da tennis – commenta – non oso immaginare cosa mi sarei potuta fare se avessi poggiato il piede su quel dosso con delle scarpe più sistemate o con un tacco”.

La donna ha contattato il suo avvocato per denunciare l'accaduto: “E' veramente assurda questa noncuranza – continua - qui vengono persone già con patologie e si rischia di farsi male per un piede poggiato in un fosso. Basterebbe delimitare con un nastro arancione per avvisare dell'irregolarità nel terreno, non è giusto mettere a rischio le persone così”.

Che la struttura non sia impeccabile, il direttore amministrativo, Paolo Tronca, lo sa bene: “L'Arnas Civico è costituito da una struttura vetusta – spiega – la cui costruzione risale a diversi anni fa. L'azienda e la sua direzione cercano di eliminare tutte le cause di eventuali rischi però essendo un'area molto estesa capita che alcune cose possano anche passare inosservate. Nel momento in cui vengono fatte le segnalazioni noi immediatamente prendiamo tutti i provvedimenti necessari a tutelare la sicurezza delle persone che si trovano in ospedale". E rassicura: "Saranno prese le dovute misure”.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X