stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Rubata a Palermo la pianta dedicata alla memoria di Emanuela Loi
LA MEMORIA

Rubata a Palermo la pianta dedicata alla memoria di Emanuela Loi

Furto in via Autonomia Siciliana a Palermo nell’area dedicata al «Valore delle donne contro ogni forma di violenza». Qualcuno ha rubato una pomelia, in un’area non distante da via D’Amelio. La pianta era lì in memoria di Emanuela Loi la poliziotta di origini sarde della scorta di Paolo Borsellino che perse la vita durante la strage del 19 luglio 1992. A fare la scoperta del furto il componente associazione Democratica Palermo, nonché ideatore di questa area verde, Emilio Corrao, insieme al vice presidente dell’ottava circoscrizione Marcello Longo e il presidente della diocesi di Palermo dell’azione cattolica Giuseppe Bellanti. I tre erano lì per un sopralluogo in vista di una manifestazione in programma il 28 novembre. L’asportazione della pianta accade a una settimana dalla Giornata Nazionale contro la violenza sulle donne: anche in questo caso, con un gesto del genere, ancora una volta si calpesta il valore di una donna. Corrao assieme alla sua associazione Democratica Palermo, e congiuntamente a Libera, Emily, Mezzocielo, Agesci Conca d’Oro Palermo, Centro studi Paolo e Rita Borsellino vogliono recuperare un’area degradata a discarica per ridarle nuova vita.
«In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne ci sarà in questo luogo un momento di sensibilizzazione dedicata al valore delle donne contro ogni forma di violenza - dice Corrao - Saranno piantati alberi di agrumi per testimoniare l’impegno di tante donne che lottano nella promozione della legalità e giustizia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X