stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Termini Imerese, genitori accusati dalla figlia di violenza e stalking: assolti

Termini Imerese, genitori accusati dalla figlia di violenza e stalking: assolti

Il giudice Claudio Emanuele Bencivinni ha assolto due genitori che erano stati accusati dalla figlia di maltrattamenti, stalking e il padre anche violenza sessuale.

Aveva raccontato di essere stata violentata

I due genitori erano stati arrestati all’inizio della terribile storia e rilasciati dopo l’interrogatorio di garanzia pochi giorni dopo. La figlia aveva raccontato di essere stata violentata dal padre perché omosessuale. «Meglio morta che lesbica», le avrebbe urlato la madre dopo avere letto alcuni messaggi sul cellulare. Una storia, in base alla sentenza di primo grado, del tutto falsa. Le violenze sarebbero iniziate nel 2011 quando la giovane aveva 15 anni.

Rischiavano 8 anni il padre e 2 la madre

I genitori, difesi dall’avvocato Giuseppe Mancuso Marcello, sono riusciti a dimostrare che le accuse erano false e che quelle bugie erano state riferite per appropriarsi dell’attività commerciale e dei soldi della famiglia. I due genitori sono stati assolti perché il fatto non sussiste La procura aveva chiesto una condanna a 8 anni per il padre, e a 2 per la madre. La giovane aveva denunciato i fatti nel 2016, quando era diventata maggiorenne

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X