stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Richard Gere testimone al processo Open Arms. Salvini: "Porterò Banfi e Zalone"
MIGRANTI

Richard Gere testimone al processo Open Arms. Salvini: "Porterò Banfi e Zalone"

La star americana è stata chiamata a deporre sulla vicenda: nel 2019 dopo aver salvato 147 persone, la nave dell'ong rimase in mare per giorni in attesa di poter far sbarcare i naufraghi. L'attore salì a bordo per prestare aiuto
migranti, Open Arms, Checco Zalone, Lino Banfi, Matteo Salvini, Raul Bova, Richard Gere, Palermo, Cronaca
L'attore sull'Open Arms

Ci sarà anche Richard Gere a Palermo, al processo Open Arms, dove è imputato Matteo Salvini. A renderlo noto è lo stesso leader del Carroccio.

«Ho saputo in questi giorni che al processo a cui vado a Palermo perché ho cercato di bloccare gli scafisti, tra gli altri testimoni che verranno ad accusarmi che sono razzista, aguzzino, leghista, hanno convocato per provare a mandarmi in galera anche Richard Gere. Io pensavo fosse un attore, non so a che titolo lo hanno convocato. Al mio avvocato ho detto che dobbiamo rispondere almeno con Raul Bova, Lino Banfi e Checco Zalone, persone di maggior livello», ha detto il leader della Lega Matteo Salvini durante un comizio a Tor Bella Monaca per Enrico Michetti. «Non è diritto di un ministro ma dovere di un ministro bloccare l’immigrazione clandestina», ha aggiunto. «Quel giorno comunque almeno gli chiederò l’autografo e lo porterò a mio figlio» ha ironizzato poi Salvini. L'ex ministro dell'Interno è accusato di sequestro di persona e rifiuto di atti d'ufficio per il caso della nave dell'ong che nell'agosto 2019 dopo aver salvato 147 migranti rimase in mare per giorni in attesa di poter far sbarcare i naufragi.

In realtà cosa significhi rifugiarsi in un centro d’accoglienza e conoscere qualcuno capace di infondere speranza e fiducia nel futuro, Richard Gere lo ha vissuto nel 2014, interpretando George: un senzatetto, nel film drammatico «Gli invisibili». Nel 2019, quando scoppiò il caso, l’ufficiale gentiluomo era salito sulla nave Open Arms dove per giorni rimasero bloccati i migranti salvati in acque libiche. L'attore aiutò i volontari di Open Arms a scaricare acqua, viveri: pasta, pomodoro e anguria per la maggior parte, e medicinali. Ai disperati la star di Hollywood tese la mano, regalò un abbraccio e si soffermò a parlare con molti dei migranti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X