stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abuso d'ufficio, archiviato il procedimento nei confronti dei dirigenti dell'Asp di Palermo
GIP

Abuso d'ufficio, archiviato il procedimento nei confronti dei dirigenti dell'Asp di Palermo

Il gip del tribunale di Palermo ha archiviato il procedimento nei confronti dei dirigenti dell’Asp di Palermo Giuseppe Buttafuoco, Giorgio Li Vigni, Luigi Lo Giudice e Maria Tomasino componenti dell’ufficio procedimenti disciplinari della medesima Asp. A presentare l’esposto, con l'ipotesi di abuso d’ufficio, il medico veterinario Paolo Ingrassia che aveva ricevuto dall’ufficio disciplinare una sanzione a suo dire illegittima.

«Ad ottobre del 2016 il veterinario dell’Asp Palermo Paolo Ingrassia - spiegano gli avvocati Girolamo Rubino, Roberto Tricoli, Giuseppe Gerbino, Vincenzo Zummo, Ninni Reina e Loredana Lo Cascio che hanno difeso i dirigenti dell’Asp - ha segnalato al manager della stessa Azienda, Antonio Candela, la carenza delle specializzazioni richieste affinché il collega Angelo Sergio Todaro assumesse le funzioni di responsabile temporaneo dell’unità di igiene degli alimenti. La segnalazione veniva trasmessa da Ingrassia attraverso l’utilizzo della carta
intestata dell’Asp e, dunque, senza che il medesimo si avvalesse del protocollo riservato. L’organo disciplinare dell’azienda ha sanzionare il veterinario per la modalità con cui era stata presenta la segnalazione attraverso la carta intestata dell’Asp».

Il gip ha ritenuto infondate le accuse mosse a carico dei dirigenti dell’Asp e per questo ha accolto la richiesta di archiviazione presentata dal pm ritenendo non condivisibile l'opposizione alla richiesta di archiviazione del veterinario Paolo Ingrassia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X