stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, il centro sociale Anomalia diventa "sede vaccinale"
L'INIZIATIVA

Palermo, il centro sociale Anomalia diventa "sede vaccinale"

Il Centro sociale Anomalia di Palermo diventa “centro vaccinale”: adesso è ufficiale. Mercoledì 5 maggio partiranno le vaccinazioni nella sede di via Archimede n.1 (Borgo Vecchio) grazie al lavoro volontario di medici, infermieri e i tanti giovani militanti che da anni animano lo spazio. Quattro anni fa, all’interno degli stessi locali, era stato inaugurato il progetto “Ambulatorio di quartiere”, percorso di medicina sociale e territoriale che, grazie e visite specialistiche, consulti e formazione, ha lo scopo di rendere fruibili i percorsi di cura e il diritto alla salute.

Lo stesso ambulatorio ha, così, inoltrato due mesi fa una richiesta alle istituzioni per richiedere le autorizzazioni a divenire centro vaccinale di zona, rivolto alle fragilità sociali con lo scopo di abbattere ogni barriera per l’accesso alla campagna vaccinale in corso. In accordo con l’assessore alle Politiche sociali, Giuseppe Mattina, è stato organizzato il piano di vaccinazione per i “senza fissa dimora”, progetto partito proprio in questi giorni.

Giorgio Martinico, coordinatore dell’ambulatorio, commenta: “Siamo molto soddisfatti per l’avvio di questo progetto di medicina territoriale. E siamo anche orgogliosi di avere ispirato tanti a seguire il nostro esempio. In questi mesi non abbiamo lesinato critiche alla gestione politica della pandemia e della campagna vaccinale; ma, in questa fase, riteniamo fondamentale metterci a disposizione del nostro quartiere e della città per accelerare la vaccinazione di massa. Abbiamo voluto accendere, in questi mesi, i riflettori sulle fragilità sociali e sui quartieri popolari, categorie e luoghi troppo spesso dimenticati dalle istituzioni”.

Per accedere alla vaccinazione è​ necessaria, a partire da oggi, una prenotazione attivabile tramite visita in sede o telefonicamente chiamando il 3381962258. La campagna, attualmente, si rivolge alla fascia d’età 60-79. Il vaccino proposto sarà il Johnson & Johnson, vaccino monodose che non necessità di richiamo. I volontari dell’Ambulatorio si preoccuperanno, nei giorni successivi alla vaccinazione, di monitorare lo stato di salute di tutti i soggetti vaccinati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X