stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'attacco degli industriali palermitani: "I grandi marchi cercano il mafioso"
L'ALLARME

L'attacco degli industriali palermitani: "I grandi marchi cercano il mafioso"

Assindustria esce allo scoperto dopo l’operazione antimafia condotta dai carabinieri che ha portato in carcere il nuovo boss di Pagliarelli Giuseppe Calvaruso e nelle ultime ore ha condotto ai domiciliari i due presunti prestanome Giuseppe e Benedetto Amato.

Gli industriali palermitani guidati da Alessandro Albanese parlano di “mercato inquinato”, come si legge in un articolo di Vincenzo Marannano sul Giornale di Sicilia, e di una preoccupante tendenza, anche da parte di grossi gruppi, di “arrivare in un territorio” passando “non dal portone di ingresso ma dagli scarichi delle fogne”.

Il riferimento è al contenuto di una serie di intercettazioni emerse nei giorni scorsi. E in particolare a un passaggio dell’ordinanza in cui il gip elenca le attività del nuovo capomafia e le commesse ricevute per la realizzazione di svariati negozi con marchio Hessian, Yamamay e Wycon da Cesare Ciulla, che aveva coinvolto anche Giovanni Caruso (braccio destro di Calvaruso) nelle attività della Edil Profesional.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X