stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, vaccinato il 50% dei sanitari dell'Ismett
CENTRO TRAPIANTI

Palermo, vaccinato il 50% dei sanitari dell'Ismett

Proseguono le operazioni di vaccinazione del personale sanitario impegnato nel centro Trapianti: il 50 per cento delle persone che lavorano all’Ismett riceverà entro oggi il vaccino.

Le dosi necessarie per immunizzare gli operatori sanitari sono arrivate la mattina del 31 dicembre, l’autorizzazione per procedere con la somministrazione da parte della Pfizer è giunta nel primo pomeriggio e subito dopo sono iniziate le operazioni di vaccinazione che sono continuate senza sosta così da consentire nell’arco di appena 48 ore di vaccinare metà del personale della struttura.

La campagna vaccinale proseguirà anche nei prossimi giorni con l’obiettivo di offrire l’opzione della vaccinazione a tutto il personale.

«E' stato un Capodanno di intenso lavoro in Ismett, - afferma una nota - contemporaneamente alle operazioni di vaccinazione è continuata, infatti, incessantemente anche l’attività clinica. Cinque i pazienti trasferiti con carattere d’urgenza presso la Terapia Intensiva dell’Istituto Mediterraneo, in tutti e quattro i casi si trattava di persone con indicazione a trattamento cardiochirurgico più o meno urgente. I trasferimenti hanno visto coinvolti gli ospedali di Gela, Villa Sofia, Ospedale di Partinico e Policlinico e si sono tutti svolti fra il 31 ed il 1° gennaio. I pazienti sono stati stabilizzati o - nel caso dell’ultimo trasferimento - operati con urgenza». Sempre nel giorno di San Silvestro è stato, infine, eseguito un trapianto di rene da donatore vivente. A donare il rene al marito è stata la moglie. Con quest’ultimo trapianto, Ismett eguaglia anche «nell’anno della pandemia il record di trapianti di rene da donatore vivente già raggiunto lo scorso anno. Sono, infatti, 18 i trapianti di rene da vivente eseguiti esattamente lo stesso numero dello scorso anno».

Sempre nel giorno di San Silvestro è stato, infine, eseguito un trapianto di rene da donatore vivente. A donare il rene al marito è stata la moglie. Con quest’ultimo trapianto, Ismett eguaglia anche «nell’anno della pandemia il record di trapianti di rene da donatore vivente già raggiunto lo scorso anno. Sono, infatti, 18 i trapianti di rene da vivente eseguiti esattamente lo stesso numero dello scorso anno».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X