stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Torretta, confiscati beni per 400 mila euro a un ladro di 52 anni
POLIZIA

Torretta, confiscati beni per 400 mila euro a un ladro di 52 anni

Manovrando di piede di porco e cacciavite, utili a scassinare le porte delle case altrui, aveva messo insieme un tesoretto di 400.000 euro. Adesso i beni sono stati confiscati, e Giuseppe Di Lorenzo, 52enne, pregiudicato di Torretta nel palermitano, dovrà farsene una ragione.

L’uomo ha subito condanne definitive per reati contro il patrimonio, soprattutto per reati di furto e ricettazione. Nello specifico, sono stati colpiti dal provvedimento di confisca eseguito dalla polizia i seguenti beni: una palazzina costituita da due appartamenti ed un immobile per civile abitazione siti a Capaci, due ampi appezzamenti di terreno siti a Torretta, un’autovettura, nonchè rapporti bancari ed assicurativi. Di Lorenzo, colto l’ultima volta in flagranza di reato mentre tentava di forzare la porta d’ingresso di un’abitazione, è oggi sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Nel corso delle indagini che hanno portato alla confisca era anche emersa la circostanza che un suo parente era percettore di reddito di cittadinanza senza averne diritto in quanto titolare di un canone di locazione di un immobile sito a Capaci, dove aveva falsamente dichiarato di risiedere da solo. Inoltre, era proprietario di due appezzamenti di terreno agricolo nel Comune di Torretta, anch’essi non dichiarati all’atto della presentazione della domanda all’Inps. La carta di reddito di cittadinanza è stata sequestrata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X