stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ucciso e bruciato a Misilmeri, due ergastoli per l'omicidio di Massimiliano Milazzo
IN APPELLO

Ucciso e bruciato a Misilmeri, due ergastoli per l'omicidio di Massimiliano Milazzo

omicidio, Palermo, Cronaca
Massimiliano Milazzo mentre esce da un bar, nel video che incastra i suoi assassini

Sono stati condannati all'ergastolo in appello Pasquale Merendino e Giuseppe Correnti accusati di aver ucciso Massimiliano Milazzo, 25 anni, cui gli assassini hanno tagliato le mani bruciando il cadavere trovato nelle campagne tra Misilmeri e Marineo. Lo scrive Leopoldo Gargano sul Giornale di Sicilia in edicola.

La sparizione di Milazzo venne denunciata dalla compagna e madre dei suoi tre figli il 26 giugno 2013 a Misilmeri. Il corpo bruciato venne trovato dopo qualche giorno. Per scoprire l'identità del cadavere fu necessario l'esame del Dna.

La vittima aveva precedenti per furto. Sarebbero stati proprio i furti a "personaggi intoccabili", secondo le norme mafiose, a far scattare la condanna a morte di Milazzo che venne prelevato a Misilmeri e poi ucciso. Le indagini si sono avvalse delle immagini delle videocamere di sorveglianza sparse nel paese.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X