stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, tensione al dipartimento Prevenzione dell'Asp: "Personale sotto stress"
CGIL

Palermo, tensione al dipartimento Prevenzione dell'Asp: "Personale sotto stress"

"Situazione critica al dipartimento Prevenzione, in difficoltà per l’incremento delle attività anti Covid 19, che comportano ritardi negli adempimenti. L’ufficio ha una dotazione organica insufficiente  e il personale degli uffici è sottoposto a stress. Tutto ciò sta causando l’aumento dei disagi per l’utenza". Lo denuncia la Fp Cgil Palermo.

"Abbiamo appreso che davanti alla sede del dipartimento, in via Sellerio, è aumentato in questi giorni il raduno di cittadini che reclamano gli esiti dei tamponi o i certificati di fine isolamento. Gli operatori della Uoc Epidemiologia sono stati attesi in strada, all’uscita dal servizio, e fatti oggetto di pressanti richieste", dice il sindacato. In una nota indirizzata al direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, e all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, la Funzione pubblica Cgil Palermo si fa portavoce del "grave disagio e delle richieste d’aiuto che pervengono dagli operatori del dipartimento di Prevenzione". E chiede di
intervenire superando con assunzioni "l'endemica carenza di personale".

"Da marzo a oggi l’Asp di Palermo ha affrontato l’epidemia da nuovo Coronavirus grazie all’azione generosa e meritoria del personale duramente impegnato nelle strutture ospedaliere e territoriali - dicono il segretario generale Fp Cgil Palermo Giovanni Cammuca, Domenico Mirabile, segretario provinciale Fp Cgil medici e Alfonsa Di Franco, segretario aziendale - Chiedere ulteriori sforzi al personale già stremato, dal nostro punto di vista, non è più possibile".

La Fp Cgil Palermo chiede il potenziamento dei centri di vaccinazione, "con l’ampliamento delle attuali dotazioni organiche e la loro allocazione in strutture idonee ad assicurare l’accesso differenziato e in sicurezza dell’utenza pediatrica e adulta". "La partita contro il Coronavirus - conclude la Fp Cgil, chiedendo un riscontro immediato - si gioca nel territorio. Alla direzione strategica aziendale chiediamo la costituzione di una Rete territoriale per assicurare il coordinamento di tutte le strutture e l’interfaccia con la rete ospedaliera, nonché la
realizzazione del un sistema informatizzato di supporto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X