stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Uccise un bambino, in carcere impara il latino e si laurea: lascia l'ergastolo il boss Pullarà
IL RAVVEDIMENTO

Uccise un bambino, in carcere impara il latino e si laurea: lascia l'ergastolo il boss Pullarà

Un bambino di 4 anni si trovava in auto con il papà ma venne ucciso dai proiettili di Santi Pullarà che erano indirizzati invece a Giuseppe Savoca per alcune rapine ai Tir. L'uomo, autore di altri delitti, fu condannato all'ergastolo ma in carcere l'ex killer ha cambiato vita. Come riporta Riccardo Arena in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, ha cominciato a scrivere libri, si è laureato e ama le lettere e il latino.

Tutto ciò consente a Pullarà di lasciare l’ergastolo per la libertà condizionale. I giudici ritengono che da parte sua vi sia un «sicuro ravvedimento»: andrà a stare a casa di un professore universitario, Alessandro Fo, che lo ha preso a cuore e col quale ha avviato un rapporto docente-discente, nel segno della cultura. Grazie alla quale l’ergastolano ha avviato la «ricerca di un effettivo distacco dal passato, anche in termini di elaborazione delle ragioni delle scelte e dei condizionamenti di vita».

L'articolo completo nell'edizione del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X