stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia ed estorsioni, sequestrati beni per 500 mila euro a Benedetto Pipitone del clan di Carini
IL PROVVEDIMENTO

Mafia ed estorsioni, sequestrati beni per 500 mila euro a Benedetto Pipitone del clan di Carini

carini, estorsioni, mafia, Palermo, Cronaca
Benedetto Pipitone

Beni per un valore complessivo di circa 500 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo, a Benedetto Pipitone. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica.

Pipitone, 46 anni, arresto nell’ambito dell’operazione denominata “Destino” per estorsione aggravata e continuata, con l’aggravante di aver commesso i fatti avvalendosi delle condizioni previste dall’art. 416 bis, è attualmente sottoposto all’obbligo di dimora a Carini.

Dalle indagini è emerso che beni nella disponibilità dell'uomo fossero in realtà il frutto delle sue attività illecite. I beni sequestrati sono 2 fabbricati a Carini, un appezzamento di terreno sempre a Carini e 5 rapporti bancari, su cui è stata individuata una somma complessiva di 150.000 euro.

Mafia, clan di Carini: condanne per gli eredi del boss Pipitone - Nomi e foto

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X